Rivoli, al primo Consiglio Comunale ferma la posizione del Movimento 5 Stelle Stefano Torrese: "Una partenza tutta in salita per il nuovo Sindaco"

RIVOLI- Molte luci, durante il primo Consiglio Comunale rivolese, e qualche ombra. Il Movimento 5 Stelle che in Consiglio ha portato tre eletti: Stefano Torrese, Silvia Bergonzi ed Elena Mastella. Il tema della puntualizzazione a Rivoli è sulla nomina della giunta, un “svista” già in archivio, e la pubblicazione sul documento ufficiale del comune, l’Albo Pretorio, sulla convocazione della riunione consigliare.

I CINQUESTELLE SARENNO VIGILI SULLE NORME

Spiega Torrese: “Durante il primo Consiglio Comunale abbiamo evidenziato il mancato rispetto delle norme della nuova Giunta. Sembra incredibile ma il nuovo sindaco, seppur dichiari esperienza nel ruolo, ha male interpretato le norme e creato un pasticcio con l’annullamento delle delibere“. Il capo gruppo del Movimento 5 Stelle a Rivoli ha evidenziato anche la mancata trasparenza sulla pubblicazione in Albo Pretorio degli atti, sulla mancanza di conoscenza dello statuto del Comune di Rivoli e sull’anomalia della convocazione bis arrivata ai consiglieri soltanto un giorno prima. Conclude Torrese: “Insomma, una partenza tutta in salita per il nuovo Sindaco. In sintesi il sindaco ha nominato otto assessori quando il massimo è sette; poi ha sbagliato a convocare il Consiglio Comunale dimenticandosi nell’ordine del giorno la nomina delle commissioni necessaria per approvare a luglio gli equilibri di bilancio e il Documento Unico di Programmazione. Ha integrato la convocazione solo il giorno prima dimenticandosi di aggiornare il sito e l’APP del comune. Gli abbiamo concesso in via del tutto straordinaria di procedere riaffermando che non deve diventare una prassi, abbiamo accettato le scuse a condizione non capiti più“.