Rivalta di Torino non festeggia il Giorno del Ricordo, l’accusa di Fratelli d’Italia "L’Amministrazione comunale di Rivalta di Torino non ha organizzato alcuna iniziativa"

RIVALTA DI TORINO – In Italia ogni anno si celebra, il 10 febbraio, il Giorno del Ricordo, giornata dedicata alla commemorazione dei massacri delle Foibe. Quindi dell’esodo di centinaia di migliaia di italiani dall’Istria, dalla Dalmazia e dalla Venezia Giulia e della più complessa vicenda del confine orientale. Spiegano da Fratelli d’Italia. “Il Giorno del Ricordo sarebbe un’occasione per ricordare questi eccidi e per riflettere sui terribili eventi di quegli anni. Ma l’Amministrazione comunale di Rivalta di Torino non ha organizzato alcuna iniziativa per commemorare, con il dovuto rispetto, la memoria dei tanti nostri connazionali massacrati, tra cui risultano anche dei cittadini rivaltesi, che direttamente in prima persona o attraverso loro familiari, parenti o amici furono colpiti dalla tragedia delle foibe, dalla pulizia etnica perpetrata dai partigiani comunisti titini, e dall’esodo giuliano-dalmata (http://www.comune.rivalta.to.it/attivita/eventi)”.

A RIVALTA

“Anche in tempi di restrizioni anti-Covid è non solo possibile, ma necessario, continuare a dare un segnale forte verso la memoria e la storia Patria: ad esempio nella confinante Città di Rivoli, sarà deposta una corona di fiori, così come avverrà a Venaria Reale, e in tanti altri Comuni eccetto Rivalta. Chiediamo alla Giunta de Ruggiero di riparare alla grave mancanza e attivarsi al più presto al fine di dedicare un sito cittadino (strada, piazza o giardino) alla memoria dei Martiri delle Foibe, così come hanno fatto già altre Città come Rivoli, San Mauro, Carmagnola, Trofarello”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.