Profilo di investimento: di che cosa si tratta e come viene definito

Profilo di investimento: di che cosa si tratta e come viene definito. Modalità di investimento, dinamiche e scelta degli asset che andranno a comporre il portafoglio non possono prescindere dal profilo dell’investitore. Ogni soggetto che si appresta a effettuare un investimento finanziario o di altro tipo, porta con sé una serie di caratteristiche specifiche e personali che lo differenziano da tutti gli altri investitori; queste caratteristiche, analizzate attraverso questionari e l’analisi del bilancio economico individuale e famigliare, gettano le basi per determinare il profilo di investimento.

L’analisi dei fattori che portano all’individuazione del corretto profilo può essere effettuata da un professionista, ad esempio un consulente finanziario, oppure dai robot advisor. Questi ultimi, unendo l’automatismo di sofisticati software e una indispensabile componente umana, analizzano i dati inseriti tramite questionario al fine di individuare obiettivi e livello di rischio accettabile, e forniscono consigli circa la composizione del portafoglio. Cliccando qua potrete approfondire l’argomento, scoprendo le caratteristiche e il funzionamento dei robot advisor, nonché tutti i servizi ad esso correlati.

A che cosa serve il profilo investitore

L’analisi del profilo permette di individuare gli asset e gli investimenti più adatti al singolo investitore. Quando ci si avvicina per la prima volta al mondo degli investimenti, è bene tenere a mente che non esiste un piano di investimento universale, ovvero in grado di rispondere alle esigenze reali e specifiche di più soggetti.

Un piano di investimenti tarato sulla persona tiene conto dei seguenti aspetti:

  • il capitale che si può o si desidera investire;
  • la durata dell’investimento, il quale può essere a breve, medio o lungo termine;
  • il livello di rischio che il soggetto è in grado di affrontare;
  • gli obiettivi che si desidera raggiungere.

Questi quattro fattori sono quelli che entrano in gioco quando l’esperto, ma anche il robot advisor, procede all’individuazione del profilo dell’investitore.

Il capitale da investire

L’ammontare del capitale che il soggetto può o vuole investire dipende sia dal bilancio individuale, il quale deve prendere in considerazione tanto lo stato patrimoniale, in attivo e in passivo, sia dal conto economico, ossia l’ammontare delle entrate e delle uscite calcolato su base mensile o annuale. Partendo da questi fattori, l’esperto è in grado di valutare l’ammontare della somma che può essere investita senza causare problemi finanziari all’investitore.

La durata dell’investimento

Questo fattore determina il cosiddetto orizzonte temporale dell’investimento, ovvero l’arco di tempo durante il quale il denaro da dedicare alle operazioni può essere separato da quello a disposizione del soggetto per il sostenimento delle più svariate spese, senza causare, ancora una volta, problemi finanziari. L’orizzonte temporale, breve, medio o lungo, è direttamente correlato alla scelta degli strumenti finanziari. Ad esempio, chi ha un profilo di investimento con orizzonte temporale breve, potrà optare per investimenti a breve termine, come i bot o le operazioni di trading, mentre chi ha un orizzonte lungo, avrà la possibilità di optare per investimenti a lungo termine, come quelli immobiliari o quelli azionari.

La tolleranza al rischio

Questo è forse il fattore più importante da prendere in considerazione quando si scegliere di investire, in quanto determina in modo rigoroso e oggettivo il livello di rischio che il soggetto è in grado di affrontare tanto dal punto di vista finanziario quanto sotto il profilo psicologico. Superare il proprio livello di rischio potrebbe causare difficoltà economiche, in quanto si rischierebbe di dover affrontare perdite più elevate di quelle che si è in grado di affrontare, ma anche la messa in atto di scelte avventate e poco oculate, come la chiusura di una posizione di investimenti nel momento meno opportuno.

Gli obiettivi di investimento

Il quarto punto che entra in gioco nello stabilire il profilo di investimento è quello che valuta gli obiettivi che si desidera raggiungere. Questi potranno riguardare qualsiasi tipo di traguardo economico e dovranno essere quanto più possibile specifici e raggiungibili; in questo modo forniranno la giusta determinazione per andare avanti e consentiranno all’esperto o al robot advisor a cui ci si rivolgerà di individuare la tipologia di investimento più adatta al loro raggiungimento.