Morto il maestro Marcello Oliveri: anima del teatro e delle associazioni culturali di GIANCARLO SIBILLE

BUSSOLENO – E’ mancato il maestro Marcello Oliveri, classe 1945. Ci ha lasciato, nel drammatico periodo della pandemia, domenica scorsa, 29 novembre. Di origine di Bussoleno, abitante al Calusetto, educò le giovani generazioni della valle nella veste del maestro elementare. Poi al servizio della Direzione Didattica. Allo spirito di servizio dell’insegnamento affiancò l’amore per la la poesia e la recitazione organizzando la formazione amatoriale “Dimensione Teatro del Dopo Lavoro Ferroviario di Bussoleno”. Fu uno de soci fondatori del Gruppo Teatro Insieme di Susa. Quella passione che lo spinse nei panni dell’attore a salire, sul palcoscenico, quel moto interiore, quasi inspiegabile, in grado di regalare attimi di pura felicità a chi lo prova e a chi, seduto in platea, vi assiste.

CON I GRANATIERI DI SARDEGNA

In un tripudio di colori, maschere ed allegria coinvolse i suoi famigliari agli eventi carnevaleschi della nostra valle e sempre come figuranti ai tornei segusini dei Borghi medievali. Il socio amico Marcello Oliveri è stato il fondatore del gruppo storico risorgimentale “Granatieri Val Susa”. Nel 2009 in occasione dei 350 anni di fondazione dei Granatieri di Sardegna, diretti discendenti del Reggimento delle Guardie. Costituito a Torino il 18 aprile del lontano 1659 dal Duca Carlo Emanuele II di Savoia, allestì il gruppo storico “Granatieri Val Susa”. La neo formazione di amici e simpatizzanti volle condividere con il nucleo Valsusa dell’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna, l’amore per la Storia e per le tradizioni dell’Italia dal Risorgimento alla conquista dell’unità nazionale.

LE UNIFORMI

Poi nella fedele ricostruzione delle uniformi risorgimentali con i Bianchi Alamari (caratteristici della abbottonatura spagnola nel 1700 e che dopo la battaglia dell’Assietta sono diventati segno distintivo e mostrine del reggimento Granatieri). I nostri figuranti valsusini, presenti agli eventi granatiereschi in molte occasioni, rievocavano la storia della più antica Unità permanente di tutte le Forze Armate Italiane e d’Europa. Il gruppo storico “Granatieri Val Susa in seguito implementava ai due figuranti in uniforme del primo Esercito italiano prescritta per gli ufficiali della specialità in alta tenuta da parata con Keppy, sciarpa azzurra e “sciabola scenica” un figurante in uniforme grigio verde da combattimento, con elmetto e “fucile per uso scenico”. Questi della 1ª guerra mondiale.

IL RICORDO

Il reparto raggruppava altresì due ausiliarie femminili con il tricolore caricato dello stemma sabaudo, decorate al valor militare a ricordo del ruolo assunto dalle “vivandiere” che misero a repentaglio la propria vita, sfidando il fuoco nemico, pur di portare acqua e cibo ai soldati. Scompare una cara persona, sempre gentile e disponibile come figurante storico dei Granatieri assieme alla consorte Anna e ai due figli Giovanni e Giuseppe. A tutti esempio luminosissimo in ogni campo di generoso altruismo e di incrollabile fiducia. Il Maestro Marcello Oliveri vive nel nostro ricordo e nel nostro cuore.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Di Giancarlo Sibille. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!