Meteo Piemonte: nelle ore centrali cumuli modesti in sviluppo a ridosso dei rilievi alpini Presente una estesa area anticiclonica che permarrà anche nei prossimi giorni

sauze d'oulx

TORINO – Meteo Piemonte: sul Piemonte è presente una estesa area anticiclonica che permarrà anche nei prossimi giorni, garantendo cieli ben soleggiati e favorendo condizioni in prevalenza stabili, ad esclusione di debole instabilità pomeridiana sui rilievi alpini. Tuttavia, flussi da est nei bassi strati al mattino e in serata apporteranno umidità con conseguenti locali addensamenti limitati ai settori a nord del Po. La persistenza del campo di alta pressione continuerà a determinare ancora valori termici al di sopra della media del periodo. Oggi irregolarmente nuvoloso sui settori a nord del Po con formazioni cumuliformi già dal mattino tra Canavese e Biellese, altrove sereno o poco nuvoloso. Nelle ore centrali cumuli modesti in sviluppo a ridosso dei rilievi alpini. Al primo mattino deboli rovesci sparsi tra Canavese e Biellese e valle Ossola, i rapido esaurimento; nelle ore più calde fenomeni sparsi a ridosso dei rilievi alpini, in esaurimento nel tardo pomeriggio. Zero termico in leggero calo al mattino fino a 4400 e in successivo nuovo rialzo nel pomeriggio fino a 4500-4600 m. Temperature minime stazionarie, massime in aumento. Venti moderati occidentali sulle Alpi, altrove deboli variabili con rinforzi residui da est al primo mattino sul Piemonte orientale. L’aggiornamento da Arpa Piemonte.

PREVISIONI METEO IN PIEMONTE

La meteorologia, letteralmente “studio dei fenomeni celesti”, è il ramo delle scienze dell’atmosfera e della Terra che studia i fenomeni fisici che avvengono nell’atmosfera terrestre (troposfera) e responsabili del tempo atmosferico. Le previsioni meteorologiche si ottengono solitamente dalla seguente procedura:

  • osservazione e misurazione delle variabili atmosferiche (a esempio velocità e direzione del vento, temperatura dell’aria, umidità e pressione atmosferica);
  • trascrizione, studio ed elaborazione dei dati rilevati su carte sinottiche o assimilando i dati attraverso modelli matematici che girano su calcolatori numerici. Dove in quest’ultimo caso viene prodotta la situazione meteorologica di un determinato momento, chiamata analisi;
  • prognosi futura a partire dalle carte sinottiche. Oppure facendo evolvere la condizione iniziale tramite uso dei modelli matematici meteorologici (previsione).

NOTIZIE DELLA VALSUSA, VAL SANGONE E CINTURA DI TORINO

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.