Crea sito

A Sant’Ambrogio l’opposizione attacca: “La nostra voce alla fine del Consiglio” Non si discute su come impostare l'ordine del giorno

Sant'Ambrogio Consiglio ComunaleSant'Ambrogio Consiglio Comunale

S.AMBROGIO – L’opposizione di Si Sant’Ambrogio punta il dito contro l’amministrazione Falchero. “Giovedì 9 gennaio è stato convocato il Consiglio Comunale per fornire risposta alle due mozioni presentate dal nostro Gruppo Consiliare. La prima aveva per oggetto la richiesta di inserire le comunicazioni del Sindaco ad inizio di seduta, estendendo la possibilità anche a tutti i Consiglieri di prodursi in argomentazioni di interesse collettivo“. Spiegano i consiglieri  Bruno Allegro, Norma Raimondo, Massimo Teghille e Andrea Vinassa.

BISOGNA CAMBIARE L’ORDINE DEL GIORNO

Concludono i consiglieri di minoranza. “Questo provvedimento consentirebbe al pubblico di essere informato circa le vicissitudini Consiliari in orario ancora accettabile, stante il fatto che spesso le sedute si protraggono a lungo  e la già scarna platea lascia la sala anticipatamente rispetto alla conclusione. Altri Comuni limitrofi aprono il Consiglio con le comunicazioni del Sindaco, anziché chiuderlo e ciò è espressione di democrazia partecipata. Il Comune di Sant’Ambrogio no. Adducendo scuse a nostro avviso non plausibili, il Sindaco ha dapprima valutato la possibilità di discutere la questione in Conferenza dei Capigruppo. Infine, dopo una discussione tra i vari Consiglieri, la questione è stata liquidata con l’espressione di un voto contrario della maggioranza. Voto che per noi equivale a dire: il potere è nostro e lo gestiamo a piacimento. Se così non fosse, la maggioranza si sarebbe potuta astenere“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!