Crea sito

Lega di Giaveno, Patrizia Starnone: “Non sono stata espulsa e voterò Tizzani” "La lealtà è per me al primo posto nella scala dei valori: Grossi e Olocco avevano reso dichiarazioni pubbliche su un apparentamento con Tizzani"

Starnone, Olocco e Rinaldi

GIAVENO – Si torna al Carroccio di Giaveno, che poteva essere l’ago della bilancia della disputa Tizzani-Giacone. Negli ultimi giorni, pare, che Lega abbia scelto una posizione attendista. Le vicende degli ultimi giorni hanno acceso gli animi di gran parte della comunità giavenese, in particolare di quella parte che ha seguito da vicino la campagna elettorale di queste comunali partite sin dall’inizio i modo ruvido. Patrizia Starnone, avvocato e insegnate, è impegnata con la sua professionalità e competenza nella Lega di Giaveno.

Lega spaccata in due e la Starnone espulsa, è vero?

È importante per me chiarire la mia personale posizione, poiché corre voce che io sia stata espulsa dalla sezione Lega di Giaveno in seguito alla mia dichiarazione di voto a favore del candidato sindaco Stefano Tizzani, resa nel corso di una riunione con il segretario Olocco e con i candidati della lista dei candidati della lega. In primo luogo sottolineo, che non sono iscritta alla sezione di Giaveno, né in altra sezione, per cui risulta assolutamente impossibile una mia espulsione“.

Professoressa la lei per chi voterà al ballottaggio?

Alla luce della presa di posizione della sezione in merito al ballottaggio tra i candidati sindaci Giacone e Tizzani, sono stata io che ho preso volontariamente le distanze dalla sezione, poiché al di là della stima che io possa provare per l’avvocato Tizzani, ho ritenuto naturale e scontato l’appoggio al medesimo, per appartenenza ad un bagaglio ideologico, politico, culturale comune che ha caratterizzato l’alleanza di centrodestra per anni nelle amministrative. Inoltre, la Lealtà è per me al primo posto nella scala dei valori e la stessa candidata sindaco Grossi e Olocco avevano in precedenza reso dichiarazioni pubbliche su un possibile apparentamento con l’avvocato candidato sindaco in caso di ballottaggio“.

Sembra non esserci una posizione unitaria nella Lega?

La comunità dei cittadini leghisti di Giaveno, sembrerebbe spaccata in due, diversi contatti mi hanno chiamata delusi per la scelta adottata dalla sezione, ma io voglio rispondere che siamo in un Paese democratico, dove ogni individuo è libero di scegliere il candidato che ritiene più opportuno assumendosi le conseguenze delle proprie scelte“.

Che fa, non collaborerà più con la Lega?

In virtù e in forza di questo principio tra la sottoscritta e il segretario Stefano Olocco continua ad esserci reciproco rispetto al di là delle differenti scelte adottate, confermo il mio sostegno al candidato Stefano Tizzani per le ragioni su esposte. Continuo a sostenere la Lega e a condividere le ideologie leghiste sul piano nazionale. Sul piano locale personalmente non mi sento di condividere le scelte della sezione ed è per tale ragione che mi sono allontanata, ma continuerò per altre vie la mia esperienza come leghista e dando il mio contributo nell’organizzare conferenze e convegni culturali con personaggi politici e noti scrittori, come ho già fatto invitando personalmente il noto economista adesso europarlamentare professor Antonio Maria Rinaldi“.

La redazione, qualora il signor Stefano Olocco o un rappresentate della Lega di Giaveno volesse, è pronta a dare spazio in egual misura ad una sua risposta a questa intervista.