Crea sito

Conclusa la seconda edizione del Festival “Montagne in Noir” a Bardonecchia Si è articolato in incontri, tavole rotonde, presentazioni di libri, l’ascolto di brani di musica classica

Montagne Noir Bardonecchia

BARDONECCHIA – Si è conclusa nel tardo pomeriggio di domenica 8 settembre la seconda edizione del FestivalMontagne in Noir” a Bardonecchia. Nei tre giorni di lavori ha consentito a residenti e turisti convenuti al Palazzo delle Feste, al Melezet e in alcuni locali e bar del capoluogo, di vedere da molto vicino alcuni de principali scrittori italiani del genere Noir. Sentire dalla loro viva voce parte della loro vita, il percorso che li ha portati a vivere l’intensa e proficua esperienza letteraria.

Il Festival, organizzato dal Comune di Bardonecchia in partnership con il collettivo di Torinoir, associazione presieduta da Giorgio Ballario e la collaborazione del Consorzio Turismo Bardonecchia, della Colomion Bardonecchia Incoming, della Pro Loco, di Estemporanea e dell’Accademia dei Folli. Si è articolato in incontri, tavole rotonde, presentazioni di libri, l’ascolto di brani di musica classica al pianoforte e al violino, aperinoir e cena con animazione teatrale, alla scoperta di alcuni suggestivi punti del Melezet.

Montagne Noir Bardonecchia

IL 2° FESTIVAL LETTERARIO “MONTAGNE IN NOIR”

Domenica, ultimo giorno della manifestazione, Patrizia Durante, di Torinoir, in mattinata ha intervistato Margherita Oggero, schietta ex docente di materie classiche ai licei. Scrittrici di alcuni libri che, tra l’altro, hanno ispirato fortunate e storiche serie televisive a tema scolastico. All’ora di pranzo nella Gelateria Miretti di via Medail, sono stati presentati da Marco Di Benedetto, scrittore e psicoterapeuta. Due libri, “La strategia del coniglio” di Maurizio Blini e “Morte ad Asti” di Fabrizio Borgio, al termine della quale è stato servito l’aperinoir. I lavori sono ripresi nel primo pomeriggio al Palazzo delle Feste con l’incontro che ha avuto come protagonista la giovane Alice Basso. “Scrittrice senza nome” esperta del variegato mondo editoriale, intervistata da Patrizia Durante.

NERO SU GHIACCIO

Il Festival “Montagne in Noir” a Bardonecchia è proseguito con la premiazione. Introdotta da Maurizio Tallone, del concorso letterario, “Nero su ghiaccio”. Organizzato da Torinonoir, in collaborazione con Il Giallo Mondadori, al quale hanno aderito numerosi aspiranti scrittori di genere. Gli elaborati sono stati letti e selezionati da una giuria specializzata presieduta da Franco Forte. Direttore editoriale de Il Giallo Mondadori, che nel suo breve intervento ha sottolineato l’importanza di partecipare a concorsi letterari seri. Ottimo canale per porsi in evidenza ed iniziare a farsi conoscere.

Montagne Noir Bardonecchia

I RINGRAZIAMENTI

Prima del gran finale sono quindi saluti sul palco alcuni dei sedici scrittori. Alcuni esordienti, che hanno scritto l’antologia “Fuori fuoco”. Spunto Edizioni, a cura di Luoghi di Libri, interessante progetto a più mani, i cui proventi delle vendite andranno a favore di Casa Unione Genitori Italiani. Da anni collabora con chi si occupa dei bambini gravemente ammalati e al Banco Alimentare Piemonte, Organizzazione Non Governativa di Utilità Sociale. Archiviata la seconda edizione del Festival, concluso con la tradizionale foto di gruppo degli organizzatori, è già tempo di bilanci. E anche di pensare ad organizzare la prossima edizione di una manifestazione che si propone di diventare, di risonanza nazionale.