Crea sito

L’assessore Alberto Valmaggia a Bussoleno per coordinare la Protezione Civile della Regione Piemonte Ferrentino critico con chi annuncia assemblea popolari di protesta

BUSSOLENO – Alberto Valmaggia, l’assessore regionale che si occupa del territorio, è presente a Bussoleno all’Unità di Crisi istituita in Comune. Mentre il personale sta stilando la lista dei più di 150 cittadini sfollati per sicurezza dalle loro case, e il personale tecnico coordina i primi interventi sul territorio c’è un via vai di responsabili delle associazioni presenti sul territorio. Ci sono anche gli uomini dell’Associazione Carabinieri che vigileranno di notte sulle tante abitazioni rimaste senza controllo.

“Chiedere un’assemblea popolare è un atto di sciacallaggio”

Antonio Ferrentino, consigliere regionale, vuole puntualizzare un’aspetto della triste vicenda valsusina. “Ho visto oggi su una televisione nazionale un non qualificato bussolinese, senza nessuna carica o incarico, inveire contro la Regione che a suo dire avrebbe abbandonato la città.  Bisogna precisare che quando l’amministrazione comunale ha rappresentato l’esigenza di una tutela sul quel versante della montagna ho personalmente accompagnato il sindaco e il vide sindaco in Regione dove sono stati stanziati immediatamente più di 350 mila Euro per gli interventi necessari.  Poi in questi giorni, poche ore dopo la frana, tutta l’attività della Protezione Civile della Regione si è messa a disposizione di Bussoleno. La presenza dell’assessore è un segno molto evidente dell’attenzione della Regione. Rappresentare un disagio è un fatto, dire che si vuole organizzare una manifestazione popolare è un segno evidente di sciacallaggio sulle persone che hanno subito un danno”. 

Prosegue il monitoraggio dalla  Sala Operativa della Protezione Civile di Corso Marche a Torino sul fenomeno franoso che ha coinvolto Bussoleno. Sono arrivate dal sindaco Anna Allasio ulteriori richieste di volontari. Le previsioni del tempo sono in miglioramento su tutta la regione per la giornata di oggi e di domani, ma si attende una perturbazione atlantica per  domenica 10 giugno che porterà qualche temporale; lunedì sono attese ulteriori perturbazioni  con rovesci e possibili temporali. Sul territorio stanno operando 70 volontari di Protezione civile cui 50  degli AiB, Antincendi Boschivi e 20 del Coordinamento Territoriale di Torino. Sul territorio lavorano 20 mezzi di cui 7 municipale, 10 motopompe, 1 autocarro per la raccolta del fango,  e 3 escavatori.