L’artigliere alpino Riccardo Tabasso in missione in Libano, il saluto dei soci dell’Associazione Monte Chaberton "Ricordati lo Chaberton è sempre lì e, silenzioso in vigile scolta, ti continuerà ad aspettare"

BARDONECCHIA – La Brigata Sassari ha ceduto alla Brigata Alpina Taurinense il comando dell’operazione Leonte nell’ambito della missione UNIFIL, in Libano. Il passaggio di consegne tra il comandante Andrea Di Stasio, e il comandante Davide Scalabrin. E’ avvenuto nella base Millevoi di Shama nel corso di una cerimonia presieduta dal capo missione e comandante di UNIFIL. Nel suo intervento il Generale Farina ha tracciato un bilancio dei sei mesi di mandato del contingente multinazionale a guida Brigata Sassari. Il ha posto l’accento sull’importanza del lavoro svolto al fianco delle Forze Armate libanesi.  E’ poi stato dagli alpini della Taurinense, esortandoli a proseguire sul solco tracciato dai precedenti contingenti e a dare prova della peculiarità della via italiana nelle operazioni di peacekeeping. Il consolidato successo della missione Unifil lo si deve alla dedizione, al sacrificio, al senso del dovere e della responsabilità di ciascun peacekeeper.

UN SALUTO A RICCARDO

L’Associazione Monte Chaberton manda un saluto al suo vice presidente Riccardo Tabasso. “Riccardo il nostro infaticabile ed insostituibile vice presidente ma anche artigliere da montagna in armi nelle fila della Brigata Alpina Taurinense, è impegnato in terra libanese. E’ nell’ambito dell’Operazione Leonte sotto egida ONU per la stabilizzazione e la pace. In quel martoriato paese piegato da anni di guerre civili, tensioni e conflitti politiche, invasioni militari e disastri ambientali. Il lungo ed intenso impegno operativo lo vedrà per alcuni mesi lontano dalle sue amate montagne dell’alta Valsusa, ed in particolare dal “Titano”. Durante i quali le attività associative in corso dovranno fare a meno del suo prezioso e concreto supporto. Da sempre fondamentale per l’organizzazione e la buona riuscita di ogni evento associativo. A Riccardo vadano dunque da parte di tutti i Soci e del Consiglio Direttivo i migliori auguri di buon lavoro uniti all’affetto che da sempre rivolgiamo ai nostri soldati impegnati in terra estera. Tutti nel nome dei più alti valori di libertà e democrazia. Ricordiamo a Riccardo Tabasso che lo Chaberton è sempre lì e, silenzioso in vigile scolta, ti lo continuerà ad aspettare“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.