La Fidas di Condove inaugura il servizio di attrezzature mediche La struttura dedicata ad Anselmetti e Freda

CONDOVE – Sabato 12 dicembre, presso il Centro don Viglongo, la Fidas Condove Caprie ha inaugurato il centro di prestito di attrezzature sanitarie. Presenti molti donatori, l’amministrazione comunale con il sindaco Emanuela Sarti, gli assessori Jacopo Suppo, Chiara Bonavero e Andrea Tabone e le famiglie Anselmetti e Freda. A rallegrare tutti ci hanno pensato i “Sonadur D’la Monce” in versione Fidas. “E’ un progetto che si realizza grazie alla volontà della nostra associazione e grazie alla donazione di tante persone grandi di cuore” –  ha detto il presidente Beppe Mosso – “è per tutti noi un altro modo per metterci al servizio dei bisognosi in modo attivo e reale. Queste attrezzature saranno il nostro contributo per alleviare le sofferenze e i bisogni di chi è in difficoltà”. Il sindaco ha ricordato l’importanza della Fidas e della sua opera nella comunità. All’interno della struttura un Babbo Natale Fidas, sotto la barba si riconosceva quella di Nello Bert, ha ricordato chi lo ha preceduto in tanti anni di attività natalizia della Fidas”.

L’ATTIVITA’

Lo Statuto è basato su principi altamente liberali per quanto riguarda l’autonomia e l’indipendenza di ogni singola Associazione. Pone tuttavia alle Federate l’accettazione di quei presupposti morali che sono indivisibili dai principi umanitari professati da soci donatori di sangue appartenenti alle medesime. Deve essere garantita la giusta destinazione del sangue offerto e deve essere evitata ogni speculazione che potrebbe essere fatta su di esso. La FIDAS, fedele alla scelta dei suoi Fondatori, si ripromette di rappresentare tutte le Associazioni autonome ed indipendenti aderenti, in modo da contenere validamente aberrazioni di scopi e storture nel campo delle attività trasfusionali. Di fronte allo Statuto e all’opinione pubblica, i donatori di sangue, come dissero i Fondatori, debbono essere tutti uguali, perché se identico è il dovere che volontariamente si assumono di compiere, eguale deve essere il riconoscimento nei loro confronti. Il professor Cesare Rotta fu il primo Presidente Nazionale della Federazione.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!