Crea sito

Giaveno: la Colletta Alimentare con gli Alpini di Giaveno e tanti volontari Un segno importante di attenzione ai bisognosi

colletta

GIAVENO – Nella giornata mondiale del 30 novembre della Colletta Alimentare, il gruppo Alpini di Giaveno, come da tradizione, ha partecipato alla raccolta. Sono stati organizzati molti i punti in supermercati della zona. Poi oltre alle penne nere si sono aggregati altri volontari di diverse associazioni. La giornata ha permesso di raccogliere un numeroso quantitativo di scatolini di cibo. Quindi l’anno scorso la colletta in tutta la Valsangone ha raggiunto un eccellente risultato portando un contributo alla portata della campagna a livello nazionale. Quindi lo scorso anno per la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare in tutta Italia sono state raccolto 8500 tonnellate di prodotti alimentari in 12 mila punti vendita. Poi con l’apporto di 140 mila volontari e con la partecipazione attiva di un campione significativo della popolazione pari a cinque milioni e mezzo di italiani che hanno donato cibo.

La Colletta Alimentare a Giaveno

LA COLLETTA A GIAVENO

Cos’è la giornata della Colletta Alimentare che si è svolta a Giaveno? Accanto alla operosa attività quotidiana di recupero di eccedenze alimentari da destinare ai più poveri del nostro Paese. Quindi la Fondazione Banco Alimentare Onlus organizza ogni anno, l’ultimo sabato di novembre, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Ormai giunta alla 23^ edizione, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è diventata un importantissimo momento di coinvolgimento. Quindi sensibilizzazione della società civile al problema della povertà alimentare. Attraverso l’invito a un gesto concreto di gratuità e di condivisione: donare la spesa a chi è povero.

Poi durante questa giornata, presso una fittissima rete di supermercati aderenti su tutto il territorio nazionale, ciascuno può donare. Una parte della propria spesa per rispondere al bisogno di quanti vivono nella povertà. Quindi è un grande spettacolo di carità. L’esperienza del dono eccede ogni aspettativa generando una sovrabbondante solidarietà umana.