Crea sito

Infarto e ictus, a Condove colloqui medici gratuiti per i cittadini di Condove, Caprie, Borgone e San Didero Sabato 28 ottobre dalle ore 9 e fino alle ore 12,30 al PalaLeccese

CONDOVE – Sabato 28 ottobre Condove ospiterà la terza Giornata di Prevenzione dell’Ictus Cerebrale, nell’ambito del progetto di promozione della salute e della prevenzione delle patologie cardiovascolari condotto in collaborazione con l’ASL TO3 e la Fondazione Mario ed Anna Magnetto.

A partire dalle ore 9 e fino alle ore 12,30 il PalaLeccese sarà predisposto per accogliere i cittadini di Condove, Caprie, Borgone e San Didero dai 55 anni in su, al fine di effettuare una serie di controlli clinici e di colloqui medici gratuiti; in quest’occasione verranno misurati i valori della pressione arteriosa, della glicemia e del colesterolo, ovvero i tre fattori di rischio più importanti per l’Ictus, e al termine è previsto un consulto con i medici presenti; non mancheranno consigli per una dieta corretta e uno stile di vita salutare; i dati rilevati saranno successivamente comunicati ai medici di Medicina Generale che valuteranno, ove necessario, ulteriori approfondimenti.

L’importanza della prevenzione

La prevenzione è importante, spiegato dall’ASL, perchè l’infarto e l’ictus insieme uccidono milioni di persone e con le altre patologie cardiovascolari costituiscono la prima causa di morte nel mondo e sono responsabili di un terzo della mortalità globale. Eppure ben l’80% di queste morti potrebbero essere evitate se si prestasse più attenzione ai fattori di rischio.

Semplici cambiamenti nello stile di vita, quali una dieta più sana, attività fisica costante, eliminazione del fumo e tecniche di rilassamento atte a gestire lo stress, possono fare la differenza. Per questa Giornata di Prevenzione dell’Ictus Cerebrale sono state spedite più di 650 lettere di invito ai cittadini condovesi nella fascia di età oltre i 55 anni.

L’iniziativa, coordinata dal Comune di Condove, è organizzata in collaborazione con tutti i Comuni coinvolti e prevede l’impegno, oltre che di infermieri e medici volontari, della Polizia municipale, di associazioni locali, di studenti delle scuole superiori nell’ambito delle attività di alternanza studio-lavoro, di singoli volontari e degli stessi amministratori, per predisporre al meglio l’accoglienza degli utenti che si prevedono numerosi. Agli intervenuti, dopo gli esami, verrà offerta la colazione sotto il coordinamento di Pro LocoGruppo scout. Si ricorda che per gli esami occorre presentarsi a digiuno da almeno 2 ore, portando con sé eventuale documentazione clinica recente.