Crea sito

In vista delle elezioni a Susa Giorgio Montabone e Giuliano Pelissero lanciano un appello per il futuro della città Il progetto per una coalizione larga, plurale e autorevole

SUSA – Mancano poche settimane alla presentazione delle liste per le amministrative della città e c’è molto fermento nell’area di centro che sta provando a trovare una quadra per presentarsi unita contro il sindaco uscente. In verità la sensazione è che si cerchi un accordo per un programma “robusto” per far uscire Susa dalla crisi più che sconfiggere Plano a prescindere. Giorgio Montabone e Giuliano Pelissero, che rappresentano il mondo delle forze politiche di centro in città, sono uniti nel mandare un messaggio chiaro d’apertura al confronto e la richiesta di trovare lo spazio di dialogo.

SUSA HA BISOGNO DI UN CAMBIAMENTO NETTO

Spiega Giorgio Montabone: “Siamo convinti che Susa non possa più permettersi di aspettare, che abbia un forte bisogno di un cambio di marcia, di una scossa, che abbia necessità di un forte rinnovamento nella sua amministrazione Comunale e soprattutto debba trovare una sua forte identità. Crediamo che l’obiettivo corretto sia quella di mettere le basi per costruire una coalizione larga, plurale, autorevole e rappresentativa capace di intraprendere un programma serio, di far diventare Susa la capitale della valle innalzando la qualità della vita dei propri cittadini e visitatori. Affinchè si realizzi questo ambizioso obiettivo però, serve oggi più che mai, mettere da parte ambizioni personali o tatticismi che possano precludere ampi ragionamenti“. Montabone, già assessore, spiega: “Il nostro è un invito dunque al senso di responsabilità di tutti a partire da chi, come me e Giuliano, ha avuto in questi anni ruoli istituzionali anche in posizioni differenti, ma che sentono il dovere di non essere semplici spettatori ma collaborare per costruire soluzioni che possano unire le forze di cambiamento senza personalismi di sorta e mettendo a disposizione le proprie esperienze individuando le migliori risorse e strategie indipendentemente da visioni di partiti; ci impegneremo dunque per incentivare il senso civico per la nascita di una nuova e indispensabile generazione di amministratori“.

SI E’ TROVATA UNA CONVERGENZA COMUNE SUL FUTURO DI SUSA

Giuliano Pelissero, come Montabone record di preferenze, molto vicino a Gemma Amprino dice: “Pur da posizioni originariamente diverse si è trovata una convergenza comune e programmatica ed una identica visione, non da oggi, ma già sin dagli ultimi due anni del mandato della Amprino, quando Giorgio Montabone distinguendosi da posizioni troppo radicali intraprese da alcuni appartenenti al suo gruppo, decise, con senso di responsabilità un percorso differente e indipendente apprezzato da molti in difesa e per il rilancio di Susa. Dobbiamo promuovere un vero e deciso cambiamento in Città dopo troppi anni di stagnazione e isolamento, così non si può più andare avanti, non possiamo assistere inermi al declino di Susa“.

Conclude Pelissero: “Percepiamo l’entusiasmo di molti cittadini che ci spingono a mettere in campo l’esperienza maturata per un obiettivo comune. Questo è un vero e proprio appello per far tornare la speranza nel futuro, da vivere come impegno nel presente nella necessità di far tornare centrale Susa nel contesto della Valle. Si uniscano le forze migliori della Città. Immaginiamo una Susa libera da condizionamenti esterni, democratica, rispettosa delle opinioni di tutti, orgogliosa della sua indipendenza e della sua forza rappresentata da 2000 anni di storia“. Lanciato l’appello rimane da vedere se e chi lo accoglierà, il tempo è sempre galantuomo, a poche settimane dal voto un pò meno.