Crea sito

Il tetto della Sacra di San Michele è stato messo in sicurezza I Vigili del fuoco del Comando, nei giorni scorsi, hanno terminato le operazioni

SANT’AMBROGIO – I Vigili del fuoco del Comando, nei giorni scorsi, hanno terminato le operazioni di messa in sicurezza del tetto della Sacra di San Michele.

L’incendio che ha danneggiato una parte dell’antica Abbazia, aveva messo in apprensione i padri rosminiani, custodi dello splendido edificio e tutte le Istituzioni che a vario titolo gestiscono la struttura, in generale la popolazione della Valsusa e del torinese che vedono in essa uno dei simboli più caratterizzanti del Piemonte.

Un piano d’intervento rapido ha permesso, nelle prime fasi dopo il rogo, di realizzare una copertura provvisoria contro gli agenti atmosferici.

Il lavoro dei Vigili del fuoco, si è avvalso di varie tecniche e specializzazioni come quella della squadra puntellatori, degli USAR, Urban Search And Rescue, del NIAT, Nuclei Investigativi Antincendi Territoriali, dei SAF, Speleo Alpino Fluviale, del NBCR, nucleo nucleare, biologico, chimico, radiologico, per le indagini termografiche e del SAPR, Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, per i rilievi con il drone.

Il Comandante ed il Direttore regionale hanno seguito le fasi dell’intervento costantemente coordinate dai funzionari antincendio.

Incontri con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio, la Regione Piemonte, il Sindaco, la Curia ed il Demanio hanno permesso di pianificare le attività urgenti alla tutela della Sacra.