Il teatro piemontese a Bardonecchia In scena la compagnia dialettale "La Tor" di Oulx

BARDONECCHIA – Sabato 21 novembre si aprirà il sipario del teatro del Palazzo delle Feste ed entrerà in scena la compagnia dialettale “La Tor” di Oulx. “Monia Quacia” il titolo della rappresentazione teatrale composta da due atti in dialetto piemontese. La commedia è ambientata in un piccolo borgo montano del Piemonte nei primi anni sessanta. Una parrocchia e la sua sagrestia, un paese povero ma appassionato e pieno di speranze. Un sacerdote e il suo strampalato sagrestano, due sorelle pie, ma inclini a ficcarsi nei guai. Il fascinoso farmacista del paese, un giovane che trova fortuna nel calcio e una bisbetica gelosa del fratello parroco.

LA COMMEDIA

La rappresentazione teatrale a Bardonecchia”Monia Quacia” è un esilarante affresco che ci racconta un’Italia che non c’è più ma pur sempre così drammaticamente attuale. Una commedia agrodolce, dove si ride, ci si commuove, si viene catturati nella rete della trama, ci si lascia sorprendere dalle corde umane dei personaggi. La regia è di Marco Barutti, interpreti: Mino Ambrosiani, Pietro Amato, Valeria Colomba, Franca Tolosano, Davide Scaini, Maurizio Siciliano, Giovanna Leschiera. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

IL PAESE, LA MONTAGNA

Bardonecchia è un comune italiano di più di 3 mila abitanti in Valsusa. E’ un importante centro per gli sport invernali ed estivi. Alla conca fanno da corona molte importanti montagne, parecchie delle quali superano quota tremila. In particolare hanno interesse sciistico, per la presenza di impianti di risalita, il Monte Jafferau e il Colomion. Sono invece importanti da un punto di vista alpinistico le “Dolomiti di Valle Stretta”. La Rognosa di Etiache e la Pierre Menue, la più alta vetta delle Alpi Cozie settentrionali. Il Monte Thabor, la Punta Nera, la Punta del Frejus. Poi varie altre cime sono invece di natura principalmente detritica e vengono raggiunte da percorsi escursionistici o sci-alpinistici. Bardonecchia è attraversata da vari torrenti alpini che, a dispetto della denominazione, non vanno praticamente mai in secca. È lambita dalla Dora di Bardonecchia, affluente della Dora Riparia.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Bardonecchia. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!