Crea sito

Il selfie di Flavio Polledro: gli intenti del neocostituito FAI Val Sangone "Prossimamente ambiente e cultura animeranno il nostro territorio"

Flavio Polledro

di Flavio Polledro (Gruppo Fai Val Sangone)

GIAVENO – Grazie alle numerose potenzialità culturali e ambientali del nostro amato territorio, il FAI “Fondo Ambiente Italiano” ha individuato questa opportunità facendo nascere il Gruppo Val Sangone. Lo scopo sarà di contribuire con una spinta propulsiva alla vita della nostra valle. Il Gruppo nasce sotto la Delegazione della Valle di Susa coordinata dalla Capo Delegazione Marilena Gally. Attualmente gli iscritti sono una trentina provenienti da tutto il territorio della Val Sangone. Il gruppo sta crescendo pur non avendo ancora aperto ufficialmente al pubblico la campagna di tesseramento.

Appena nato, si è già messo all’opera per creare pacchetti culturali da proporre nei prossimi mesi, sino all’organizzazione delle “Giornate d’Autunno” sviluppate su tutta la rete nazionale FAI. Qualche giorno fa ha iniziato ad operare il gruppo di lavoro Scuola costituito dai volontari FAI Val Sangone: Marco Marinello, Alessandra Barella, Giulietta Gastaldo, Giuseppe Tizzani, Victor e Enrica Tizzani con l’obiettivo è di coinvolgere nei nostri progetti molte realtà del territorio come scuole ed associazioni in modo da concertare una piattaforma culturale che consenta di sviluppare progetti.

Un laboratorio d’idee attraverso lo scambio

Il FAI è uno strumento che permette di creare con i volontari un laboratorio d’idee attraverso lo scambio, il confronto e il rispetto reciproco. Presto avremo un recapito al quale fare riferimento per essere informati sulle iniziative e novità programmate dal gruppo. I giovani grazie alla loro creatività, intraprendenza e all’energia insita nel loro spirito apportano nuove idee e i senior, grazie alla loro saggezza apportano un efficace bagaglio dal quale attingere. Un connubio di sinergie che consente di tramandare alle nuove generazioni, antichi saperi, tradizioni, storia e cultura che altrimenti scomparirebbero, dando opportunità ai giovani e ai senior di crescere insieme.

Prossimamente ambiente e cultura animeranno il nostro territorio

Salire in Val Sangone, sulle nostre montagne, significa trovare una pace che nasce dalla bellezza artistica sino a toccarci il cuore con quella spirituale, racchiusa, per esempio, nella piccola chiesa di Provonda. Uno scrigno di meraviglie segrete che, grazie alla rete nazionale FAI, da oggi, potranno essere conosciute e visitate dai tanti turisti provenienti da ogni parte d’Italia e non solo. Prossimamente ambiente e cultura animeranno il nostro territorio con nuove ed interessanti iniziative che vi sorprenderanno.