Il Rotary Club Rivoli per il restauro dell’organo della Chiesa di Santa Croce Dal Rotary cittadino arriveranno 9mila euro

Alberghina Ottica

RIVOLI – Il Rotary Club Rivoli ha deciso di sostenere il restauro dell’organo e della cantoria della Chiesa di Santa Croce. L’intervento
è ancora in corso di svolgimento ed è cofinanziato dalla Città di Rivoli e dalla Compagnia di San Paolo. Il desiderio dei rotariani rivolesi è di poter utilizzare in futuro il complesso organistico restaurato per organizzare un concerto gratuito annuale di musica barocca per organo per la cittadinanza rivolese. Dal Rotary cittadino arriveranno 9mila euro, necessari a completare quanto ancora non coperto finanziariamente dai due sponsor principali.

LA STORIA

L’interno è arricchito da arredi liturgici, quadri,affreschi e statue di pregevole fattura. Vi è,inoltre, un organo realizzato negli anni ’70 del XIII secolo dai fratelli Concone, organari della corte sabauda, che conserva l’originaria registrazione e rappresenta una preziosa testimonianza dell’organo tardo-barocco piemontese. L’attuale Chiesa conserva le tracce articolate degli sviluppi successivi alla Controriforma. Tra l’inizio del Seicento e la fine del Settecento, di una confraternita medioevale attiva come istituzione ospedaliera. Di quella fase si conservano rare tracce documentarie in cui si trova conferma dell’esistenza di una cappella consacrata nel 1521. Quasi null’altro ci rimane a testimonianza del lungo periodo che giunge fino al 1659, a questa data la confraternita approva e dà mandato di esecuzione del progetto presentato da Bernardino Quadri per la ricostruzione della chiesa avvenuta per mezzo del mastro luganese Giovanni Battista Casella.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

gesim