Il Ricetto per l’Arte di Almese inaugura la mostra fotografica Exodos|Exit: rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione Venerdì 26 febbraio alle 17

Ricetto di Almese

ALMESE – Il Ricetto per l’Arte di Almese inaugura, venerdì 26 febbraio alle 17.00, la mostra fotografica Exodos|Exit rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione. L’esposizione, realizzata con il Patrocinio della Regione Piemonte e dell’Unione Montana Valle Susa continua il programma espositivo delle mostre realizzate dal 2019 con artisti di fama nazionale e internazionale. Antonio Carena, Dario Lanzardo, Claudio Giacone, Eugenio Comencini, Ivo Bonino, Gabriel e Leonardo Girardi che  hanno dato nuovo lustro alla struttura Medioevale. La mostra fotografica Exodos|Exit rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione con i video realizzati da 16 tra fotografi e reporter piemontesi con il sottotitolo ”rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione”, rispecchia a pieno le tematiche che la Città di Almese  ha portato avanti negli ultimi anni. Ha visto il coinvolgimento e l’inclusione nel territorio di un gruppo di giovani profughi africani richiedenti asilo, alcuni dei quali si sono inseriti stabilmente nella Comunità.

EMERGENZA PROFUGHI

Dalla metà del 2015 alla metà del 2016 “l’emergenza profughi” è stato uno degli argomenti che più ha alimentato le cronache e scosso l’opinione pubblica. Tutti i momenti più “caldi “ di questa emergenza sono stati documentati dai sedici foreporter indipendenti piemontesi, uomini e donne che hanno raggiunto, di volta in volta , Kos o Indomeni (Grecia), Calais (Francia) o Gevgelija (Macedonia). Ma anche la Valle di Susa, con l’unico scopo di raccontare le storie delle persone in fuga, le origini e le cause dell’esodo, il percorso e le difficoltà  del viaggio, la concretizzazione  di una speranza e di un sogno  nel territorio piemontese.

LA MOSTRA

Il racconto fotografico si sviluppa su più tematiche: l’esodo Forzato – Origini; il salto verso l’Altrove – Mare; tra minacce e Speranze – Strade; anche questa è Casa – Campi; Ostacoli lungo il cammino – Barriere; Integrazione alla fine del viaggio – Accoglienza. Un esposizione che si pone in primo luogo l’obiettivo di raccontare il “volto umano”. Cercando di far arrivare un messaggio che sposti la percezione e l’idea che ognuno ha sulle migrazioni. Raccontare la quotidianità di chi viaggia rischiando la propria vita per cercare un mondo migliore. La mostra per il suo valore culturale e di sensibilizzazione ha avuto l’apprezzamento e il riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica, il Patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, il Patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR).

LA CONFERENZA

Durante il periodo dell’esposizione al Ricetto per l’Arte, si terrà una conferenza presso il Teatro Auditorium Mario Magnetto con Paolo Siccardi, fotografo di Famiglia Cristiana e altre testate giornalistiche nazionali. E Stefano Tallia, giornalista RAI, oltre a proiezioni, work shop, e laboratori per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Ombretta Bertolo Sindaco di Almese e vice presidente dell’Unione Montana Valle Susa dichiara: “ Tanto l’impegno in questi anni da parte di tutti i Comuni dell’Unione Montana Valle Susa di cui anche Almese fa parte per l’accoglienza ai migranti. Un tema molto caro a tutta la Comunità almesina  che si è impegnata fin dal 2016 con il progetto MAD (micro accoglienza diffusa). Progetto che ha permesso ad alcuni di loro l’inserimento stabile nella Comunità”.

I COMMENTI

Virna Suppo presidente dell’Associazione Culturale Cumalè dice “Il Ricetto per l’Arte ospitando la mostra Exodos |Exit dà una nuova spinta al progetto dell’Agorà. Pensando all’inclusione legata alle migrazioni, un impegno nel sociale attraverso l’Arte delle immagini,  il racconto quale memoria e testimonianza di integrazione al di la dei populismi, uomini donne e bambini esattamente come noi”. Molto soddisfatto il direttore artistico del Ricetto per l’Arte Giuseppe Misuraca: “Dopo la mostra realizzata sulle Vie Francigene, un tempo percorse in pace dai viandanti che dall’Europa attraversavano le Alpi per andare verso Gerusalemme  nel Medio Oriente, al Ricetto per l’Arte – Agorà della ValSusa proponiamo con orgoglio le foto e i video del percorso inverso, dagli stessi luoghi medio orientali Sirya, Irac , Kurdistan, che fanno oggi i giovani e le famiglie con i bambini per arrivare nell’Europa per una vita migliore.”

LE INFORMAZIONI

La mostra è visitabile fino al 28 marzo seguendole linee guida Covid-19 con i seguenti orari: zona gialla lunedì, martedì e giovedì su prenotazione, mercoledì 10.00 – 12.30, venerdì 10.00 – 12.30 | 15.00 – 18.00; in altro caso da lunedì a venerdì su prenotazione, sabato 15.00 – 18.00, domenica 10.00 – 12.30 | 15.00 -18.00. La sede espositiva, il Ricetto per l’Arte un piccolo borgo medioevale all’imbocco della Valle di Susa. Situato sulla destra orografica del fiume Dora e parte del percorso della via Francigena, una Valle che fin dall’antichità è stata tra le aree privilegiate per il collegamento dell’Italia con l’oltralpe, grazie ai colli del Monginevro e del Moncenisio.

SAN MAURO

S.Mauro situato nel territorio della città di Almese, circondato dai monti, il Musiné, il Monte Curt, la cima di Roccasella, mete di camminatori e amanti della natura incontaminata. Un luogo dove il cielo e la terra si sfiorano, come nell’immaginario di ogni sognatore. Una terra contadina che dona frutti preziosi come le uve per produrre un vino da un antico vitigno come il Baratuciat, o le cipolle che nei giorni di festa con un’ antica ricetta si degustano ripiene di carne o dolci. Passeggiando nel piccolo borgo viene spontaneo innalzare gli occhi per osservare la magnificenza della Torre Medievale, che con i suo 26 metri è la più alta ancora esistente in tutta la Valle. Ed è proprio in quel gesto che lo sguardo incontra il cielo, e con lui le nuvole, che creano disegni sempre diversi. Un paesaggio in continua mutazione cromatica in cui ogni stagione sembra creata da mano d’artista.

Mostra: EXODOS|EXIT rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione

Luogo: Ricetto per l’Arte

Inaugurazione: Venerdì 26 febbraio 2021, ore 17.00

Periodo: dal  28 febbraio 2021 al 28 marzo 2021

Orari: zona gialla lunedì, martedì e giovedì su prenotazione, mercoledì 10.00 – 12.30, venerdì 10.00 – 12.30 | 15.00 – 18.00; in altro caso da lunedì a venerdì su prenotazione, sabato 15.00 – 18.00, domenica 10.00 – 12.30 | 15.00 -18.00.

Info e prenotazioni: Associazione Culturale Cumalè – cumale.ass@gmail.com – Tel : 328 9161 589

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!