Il Giro d’Italia non passa in Valsusa e Valsangone, partenza da Torino poi tappa in Valsesia Il percorso della corsa rosa 2021non prevede passaggi nei territori valsusini, valsangonesi e della cintura di Torino

SUSA – In Valsusa e Valsangone, niente da fare per gli amanti del ciclismo. Quest’anno, in occasione della 104ª edizione del Giro d’Italia, non sarà possibile ammirare i corridori sulle nostre belle strade. Dopo il doppio passaggio al Sestriere quest’anno il Giro si vedrà in televisione.

LE NOSTRE MONTAGNE SENZA GIRO

La data da segnare è quella di sabato 8 maggio, inizio del Giro d’Italia. Avvio stabilito così come la protagonista della Grande Partenza. Sarà la Regione Piemonte a inaugurare la Corsa Rosa con la crono per le vie di Torino, prima di altre due tappe regionali. A distanza di 10 anni dall’ultima partenza nel capoluogo, e nel 160° anniversario dell’unità d’Italia, Torino e il Piemonte ospiteranno quindi il via della Corsa Rosa. La prima frazione sarà una cronometro individuale di 9 chilometri per le vie di Torino. La seconda una tappa adatta ai velocisti da Stupinigi (Nichelino) a Novara (173 chilometri). La terza partirà da Biella per terminare a Canale dopo 187 km (tappa mossa adatta ai finisseur o ai colpi di mano). La Regione Piemonte sarà protagonista anche nella parte finale del Giro: la 19ª tappa vedrà l’arrivo in salita sull’Alpe di Mera in Valsesia e il giorno seguente la partenza da Verbania.

LA STORIA

Il Giro d’Italia è una corsa a tappe maschile di ciclismo su strada professionistico che si svolge annualmente lungo le strade italiane. Istituito nel 1909 su idea dei giornalisti Tullo Morgagni, Eugenio Camillo Costamagna e Armando Cougnet, è una delle tre corse a tappe più importanti del calendario ciclistico, insieme al Tour de France e la Vuelta a España, ed è inserito dall’Unione Ciclistica Internazionale nel circuito professionistico del World Tour; storicamente è da ritenersi la seconda corsa a tappe più prestigiosa dopo quella francese[1], anche se, a cavallo tra gli anni quaranta e gli anni cinquanta e durante gli anni settanta, il prestigio e il numero di grandi ciclisti iscritti portarono il Giro ad avere un’importanza pari a quella del Tour.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Valsusa. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.