Crea sito

I sindaci e le Unioni Montane dal Prefetto di Torino per il “caro” autostrade Un ristorno di parte dei pedaggi sui territori

TORINO – Bloccare l’aumento dei pedaggi autostradali e permettere un ristorno di parte dei pedaggi sui territori, per interventi relativi alla mobilità locale, alle reti di infrastrutture delle valli alpine, per migliorare i servizi ai cittadini. Sono queste le istanze che un gruppo di venti Sindaci e Amministratori di Comuni e Unioni montane di Comuni del Torinese ha sottoposto stamani al Prefetto Claudio Palomba.

L’AUMENTO DEI COSTI SUL TAVOLO REGIONALE

Con la delegazione, c’erano il Presidente Uncem Piemonte, Lido Riba, e il Presidente Uncem nazionale, Marco Bussone; presente al tavolo in piazza Castello anche l’Assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco che ha proposto a Uncem una audizione a breve in sede di Agenzia regionale per la mobilità, per affrontare i nodi relativi all’organizzazione dei trasporti tra le valli, con Torino e le aree urbane, superando sperequazioni e difficoltà. Tante quelle evidenziate dai Sindaci sui fronti viari, su gomma e ferroviari, in particolare nei distretti del Canavese, delle Valli di Lanzo, della Val di Susa e del Pinerolese.