Controlli a Pasqua e Pasquetta: 500 pattuglie di Carabinieri sul territorio I Carabinieri possono essere chiamati al numero d'emergenza 112

SUSA – Per le giornate di Pasqua e pasquetta oltre 500 pattuglie dei Carabinieri sono state dispiegate in tutta l’area metropolitana torinese dal Comando Provinciale allo scopo di svolgere un’adeguata azione di prevenzione e di contrasto ai principali fenomeni di illegalità e per verificare il rispetto delle norme anti covid.

Le pattuglie dei Carabinieri sono impegnate nelle zone lacustri e nelle aree montane e collinari, nei parchi e nelle strade cittadine del capoluogo piemontese e dei piccoli centri abitati con lo scopo di contrastare i reati, vigilare sul rispetto delle misure di contenimento della pandemia in atto ma soprattutto per essere vicini ai cittadini più bisognosi, primi tra tutti gli anziani spesso rimasti soli in casa, fornendo loro ogni possibile assistenza.

IL NUMERO UNICO DI EMERGENZA 112

I Carabinieri possono essere contattati con il numero unico di emergenza 112. In caso di necessità infatti per contattare i Carabinieri è sufficiente comporre su qualsiasi apparecchio telefonico il numero 112. L’Arma dei Carabinieri è una delle forze di polizia italiane che fa parte contemporaneamente delle forze armate italiane e di pubblica sicurezza. Per le due funzioni i Carabinieri dipendono dal capo di stato maggiore della difesa e dal Ministero dell’interno.

MOLTE LE ATTIVITÀ DEI CARABINIERI

I Carabinieri possono essere contattati con il numero unico di emergenza 112 in numerosi casi. Infatti hanno molti compiti che quotidianamente vengono messi al servizio dei cittadini. I Carabinieri offrono assistenza ai comandi e alle unità militari impegnati in attività istituzionali nel territorio nazionale. Garantiscono la sicurezza del personale civile dell’amministrazione della difesa. Si occupano anche delle persone fisiche impegnate nello svolgimento delle attività dello stato. L’Arma è inoltre una struttura operativa nazionale di protezione civile. Quindi presta soccorso alle popolazioni dopo eventi calamitosi. Contribuiscono anche ai servizi di polizia stradale sulla viabilità ordinaria.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.