Giaveno: Ruata Sangone, la messa in sicurezza della borgata si farà con i fondi ATO I lavori dovrebbero partire entro l'estate

GIAVENO – La messa in sicurezza della borgata Ruata Sangone di Giaveno si farà con i fondi ATO. L’Amministrazione di Giaveno, tramite il Consigliere delegato ai Lavori Pubblici Marco Carbone, ha comunicato che sta procedendo celermente dal punto di vista burocratico, per ottenere le numerose autorizzazioni necessarie, al fine di intervenire sul letto del fiume Sangone. Nello specifico si tratta della zona di borgata Ruata Sangone, dove le piogge del novembre scorso hanno danneggiato in più punti la scogliera a monte del ponte, rendendo necessario un’operazione, che vedrà impiegato per la ricostruzione della sponda del materiale litoide. Il tutto verrà finanziata con i fondi ATO.

L’IMPIEGO DEI FONDI ATO

Il Consigliere delegato ai lavori pubblici Carbone parla dei lavori alla borgata Ruata Sangone di Giaveno. “In realtà, come riportato dalle carte, il letto del fiume ha problemi sin dal 2011. Nel 2012 viene richiesto un finanziamento alla Regione Piemonte, ma mi chiedo perché non ci si sia appellati ai fondi ATO. Quando ho chiesto agli uffici la risposta è stata che loro avevano sempre attinto da quei fondi solo per questioni di viabilità montana” spiega Carbone. “Al momento siamo in attesa dell’autorizzazione idraulica della Regione, mentre gli altri permessi sono in arrivo con urgenza. L’obiettivo è partire in tempi rapidi con il bando di gara, per poi cominciare i lavori entro l’estate“. “In questo modo – continua Carbonerisolveremo nel 2017 un problema del 2011, cioè 6 anni dopo“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!