Crea sito

Giaveno ricorda le foibe: omicidi comunisti di cittadini italiani Proiettato il film Red Land, presente l'associazione Vittime delle Foibe

GIAVENO – “Finalmente dopo più di due mesi d’impegno è stato commemorato il Giorno del Ricordo a Giaveno con la proiezione del film Red Land sulle stragi nelle foibe. Un segno importante di partecipazione ad un evento storico fino a poco tempo fa negato e dimenticato che invece deve essere patrimonio della nostra storia Patria” spiega Gabriele Accornero del Comitato Vittime delle Foibe.

GLI ATROCI OMICIDI COMPIUTI DAI COMUNISTI

Il film narra di quando i partigiani di Tito che avanzano verso Trieste si resero protagonisti di assassinii e barbarie a scopo etinico. Al massacro delle foibe seguì l’esodo giuliano dalmata, ovvero l’emigrazione forzata della maggioranza dei cittadini di etniae di lingua italiana dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia, territori del Regno d’Italia prima occupati dall’Esercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia del maresciallo Tito e successivamente annessi dalla Jugoslavia. Si stima che i giuliani, i fiumani e i dalmati italiani che emigrarono dalle loro terre di origine ammontino a un numero compreso tra le 250 mila e le 350 mila persone.