Torna a Giaveno il tradizionale Sangon Fest della Lega Nord Olocco: "Vogliamo sancire radicamento e confronto con il territorio"

GIAVENO – La Lega Nord Giaveno Val Sangone si sta preparando al tradizionale Sangon Fest, ormai giunto alla sua quindicesima edizione. Si terrà il 21, 22 e 23 luglio, come di consueto in Piazza Operatori di Pace. Tre giornate all’insegna di politica, musica e cucina tipica “Anche quest’anno. – afferma il Segretario Stefano Olocco  speriamo di avere Matteo Salvini a Giaveno, come era successo nelle due passate edizioni.” Ospiti di quest’anno Martina Richard, giovanissima artista molto gradita agli ascoltatori di Radio Padania. Sarà presente venerdì 21. Saranno inoltre presenti produttori locali, verranno organizzate lotterie e sarà possibile gustare la buona cucina degli Alpini di Giaveno  e Valgioie.

UNA FESTA POPOLARE

Sarà sicuramente un’edizione molto piena di personaggi politici. – aggiunge Olocco – , anzi ci siamo concentrati sul territorio e sugli aspetti del nostro territorio. Vogliamo ancora una volta sancire radicamento e confronto con il territorio, che nelle recenti amministrative ci ha dato buonissimi segnali di apprezzamento. Segno che il pragmatismo e la forza del lavoro alla lunga premiano.” Ovviamente – conclude. – terremo banco anche con il lato più scanzonato e divertente del Sangon Fest di Giaveno, che è la musica. Insomma tanti ingredienti per tre serate interessanti; vi aspettiamo numerosi.

APPUNTAMENTI DELLA LEGA

In attesa di Giaveno i leghisti pensano al fine settimana sul pratone di Pontida. Sono già stati organizzati in pullman dalla valli per arrivare in Lombardia. Ogni anno si ripete a Pontida il raduno dei leghisti guidati dal segretario Matteo Salvini.  Nella piccola cittadina in provincia di Bergamo, tutti gli anni la macchina organizzativa predispone il tutto per una giornata in cui saranno attesi circa 200 pullman. Ventimila persone che giungono in Lombardia da tutta l’Italia per il movimento leghista. Sono presenti poi oltre cento gazebo che ospitano i gruppi ed i piccoli circoli della Lega provenienti da tutta Italia, i media, le sedi nazionali e i numerosi punti di ristoro. Oltre alle note di colore, quello di Pontida rappresenta ogni anno un raduno carico di significati per il partito. Si fa il punto della situazione al termine della stagione politica, si parla con il popolo leghista, vera forza di questo movimento. Si prendono le decisioni che influenzeranno la vita del movimento.