Crea sito

Giaveno, il gruppo Per Giaveno punta il dito sulla viabilità verso borgata Ponte Pietra Grazie all'intervento del consigliere Paolo Ruzzola il geometra dell'Ente ha fatto un sopralluogo

Ruffino, Tizzani e Ruzzola

GIAVENO – Una conferenza stampa del gruppo d’opposizione Per Giaveno e Progetto Giaveno è stata organizzata per porre al centro dell’attenzione un argomento più volte richiesto residenti della borgata Ponte Pietra: la sicurezza all’incrocio tra via Coazze e l’abitato. Anche la pericolosità di via Marchini e il rallentamento della strada verso il Santuario sono d’attualità. In mattinata si è svolto un sopralluogo, presente un geometra degli uffici dell’ente ex Provincia.

IN QUESTI ANNI NON SI È FATTO NULLA

Daniela Ruffino: “Erano stati promessi interventi per la sicurezza dell’area e nulla è stato fatto. Abbiamo portato questo tema in Consiglio Comunale ma non siamo stati ascoltati”. StefanoTizzani: “Siamo intervenuti per sollecitare l’intervento di messa in sicurezza dell’incrocio e per individuare le giuste soluzioni per la sicurezza dei pedoni. Tra le nostre priorità vi è anche la continuazione del controviale di via Coazze fino a Pontepietra. Credo che sarebbe stato più opportuno investire in questi interventi piuttosto che in altre spese superflue“. Paolo RuzzolaAbbiamo avviato un iter importante per poi valutare risorse e progetti da mettere in atto, solo l’attenzione al territorio può portare a futuri miglioramenti. Come gruppo di Città Metropolitana abbiamo cercato di investire su strade e manutenzioni riportando, dopo anni, una cifra importante a bilancio per un piano triennale di lavori“. Saverio Scalise: “Molte volte ci siamo battuti per queste problematiche, ma il Comune non si è mai attivato”. È poi stata ricordata la pericolosità dell’ingresso al Santuario del Selvaggio, dove la viabilità non è controllata e i mezzi in passaggio sono pericolosi per i pedoni.