Torino e Provincia: fino a 8000 euro a fondo perduto per le spese di studio, dalle superiori all’Università Iniziativa della Fondazione Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo

TORINO – Giunge alla sua undicesima edizione “Percorsi”, progetto promosso dalla Fondazione Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo con il supporto dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte.

IL PROGETTO

Da undici anni, grazie a Percorsi, gli studenti di quarta e quinta superiore dell’intera Provincia di Torino in Piemonte (licei, istituti tecnici, istituti professionali, pubbliche e paritarie) possono ottenere fino a 8.000 Euro a fondo perduto da usare per le spese connesse al loro percorso di studi e alle attività formative e culturali: dalle tasse scolastiche e universitarie all’acquisto di libri, dagli abbonamenti ai trasporti ai viaggi studio, dall’acquisto di un tablet a quello di un PC. Per aderire a Percorsi è necessario essere residenti a Torino o in Provincia di Torino, frequentare la quarta o la quinta superiore e avere un ISEE minore o uguale a 15.000 Euro. La domanda di adesione a Percorsi deve essere compilata sul sito www.progettopercorsi.it entro il 31 ottobre 2021. I posti disponibili sono 300.

PERCORSI

Percorsi non si è mai fermato nel corso dell’emergenza Covid-19 ma quest’anno ha potuto riprendere il suo tradizionale tour nelle scuole per incontrare personalmente gli studenti. Il prossimo 14 ottobre saremo a Rivoli presso il liceo Darwin. Dal 2010 ad oggi oltre 2500 studenti della Provincia di Torino in Piemonte hanno beneficati di Percorsi e attualmente sono 1253 gli studenti attivi nel progetto. Solo nel 2020, anno della pandemia, Percorsi ha erogato a fondo perduto quasi 700 mila €. Il 40% delle spese affrontate dagli studenti con il supporto di Percorsi hanno riguardato l’acquisto di PC e altri device. Segno della capacità del progetto di essere uno strumento utile anche nelle situazioni di emergenza. Poi seguono le tasse universitarie per il 27% e le spese per l’affitto (6%) richieste da quanti scelgono di studiare in altre città di Italia o d’Europa.

IN VALSUSA

Nella zona della Valsusa dal 2010 ad oggi, Percorsi ha sostenuto 54 studenti attraverso 102.066,09 € di erogazioni a fondo perduto. Queste erogazioni a fondo perduto sono legate ai risparmi effettuati nel corso del progetto, la cui durata massima è di sei anni. La cifra accantonata dalla famiglia ogni mese con regolarità (da 5 a 50 Euro al mese, fino a 2.000 Euro in totale) sarà raddoppiata dall’Ufficio Pio per le spese riguardanti le scuole secondarie di secondo grado o quadruplicata per le spese relative a un corso di laurea o master presso atenei italiani o stranieri o Istituto Tecnico Superiore (ITS). Al termine del progetto la cifra risparmiata torna a piena disposizione della famiglia. Per tutti gli studenti e le loro famiglie che entreranno a far parte di “Percorsi” sono anche previsti un accompagnamento personale e un percorso di educazione al risparmio.

UNA TESTIMONIANZA DA AVIGLIANA

Già dall’inizio di Settembre, Percorsi ha avviato la sua campagna di informazione agli studenti e alle loro famiglie. Sui canali Instagram e Facebook @progettopercorsi è visibile la campagna “Opportunità”. Percorsi, infatti, per molti studenti è un’opportunità che non sapevano di avere ma che, una volta colta, ha  cambiato la vita dando loro la possibilità di seguire le proprie aspirazioni di studio e professionali a prescindere dalla condizione economica. Intervista a Davide Polimeni, uno dei ragazzi del progetto Percorsi di Avigliana.

Mi chiamo Davide Polimeni, ho 23 anni e abito ad Avigliana e ho conosciuto il progetto Percorsi alle superiori mentre frequentavo il liceo scientifico di Giaveno. Un giorno ho trovato un manifesto nel corridoio della mia scuola e mi sono incuriosito, ora è passato diverso tempo e sto frequentando il secondo anno della magistrale in matematica. Non ho ancora deciso cosa voglio fare da grande, forse tenterò la strada del dottorato oppure mi piacerebbe lavorare in azienda. Sono contento di aver visto quel volantino perchè il progetto mi ha aiutato molto, per pagare le tasse scolastiche, i trasporti e molte altre cose utili come un tablet o un computer“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.