Crea sito

L’Unitre Giaveno spegne le prime 35 candeline di attività Tante iniziative sempre molto apprezzate dagli oltre 500 soci

Patchwork

GIAVENO – L’Unitre Giaveno spegne le prime 35 candeline di attività. Sono passati 35 lunghi anni da quando il Lions Club Giaveno Valsangone diede vita sotto la guida del Presidente Luigi Fontana all’Unitre, Associazione il cui scopo è quello di contribuire alla promozione culturale dei soci-studenti mediante l’attivazione di corsi e laboratori su argomenti specifici. Una vera Accademia di Umanità che evidenzia oltre il sapere l’essere e che in questi 35 anni ha saputo crescere attraverso le numerose proposte e le iniziative sempre molto apprezzate dagli oltre 500 soci di oggi.

L’UNITRE DI GIAVENO

Ermanno Plano, che da molti anni ormai ha ereditato la Presidenza si dice soddisfatto dei successi ottenuti dai corsi e dai Laboratori. Mettendo in risalto in particolar modo l’impegno volontario di una cinquantina di Docenti che profondono il loro notevole “sapere” agli attentissimi allievi. Ricchissimo ogni anno il calendario delle lezioni che spaziano dalle principali materie classiche culturali, ad argomenti di attualità, senza dimenticare i momenti di aggregazione come le gite o gli appuntamenti musicale al Teatro Regio. Di particolare interesse sono i vari laboratori, ecco perché in occasione del 35° anno di attività il Direttivo ha deciso di inaugurare l’anno Accademico proprio con una Mostra Artistica dei manufatti realizzati dalle allieve dei corsi di Bricolage – Fiori di carta – Maglia, bambole, cucito – Pittura su ceramica – Quilt e Patchwork il cui gruppo denominato “Toc Tuchet e Tuchetin…” ha già partecipato a diverse iniziative a livello nazionale in collaborazione con Quilt Italia.

UNA MOSTRA

L’appuntamento avrà luogo presso i locali di Villa La Favorita a Giaveno. Sabato 7 settembre alle ore 16.00 con l’inaugurazione ufficiale alla presenza delle Autorità. Proseguirà domenica 8 settembre 2019 dalle ore 10.00 alle ore 19.00 ad ingresso libero. Nell’occasione verranno distribuiti i nuovi libretti dell’Anno Accademico 2019-2020. Diventati ormai un vero oggetto da collezione per i preziosi articoli e fotografie tratte da archivi storici. Impossibile quindi mancare all’appuntamento.