Crea sito

Elezioni politiche del 4 marzo: come si vota nei comuni della cintura ovest di Torino Modalità di voto, collegi e fac simile schede

Si voterà domenica 4 marzo, dalle 07:00 alle 23:00. Lo scrutinio sarà effettuato subito dopo la chiusura dei seggi e la precedenza verrà data alle schede del Senato. Lo spoglio delle schede delle elezioni politiche non dovrebbe terminare oltre la mattinata di lunedì 5 marzo.

Si vota con la nuova legge elettorale, il Rosatellum, sistema misto proporzionale e maggioritario per cui un terzo dei candidati viene eletto in collegi uninominali e due terzi con il proporzionale. La soglia di sbarramento è al 3% che sale al 10% per le coalizioni.

In Piemonte si eleggeranno 45 deputati e 22 senatori, 25 eletti nei collegi uninominali di cui 17 alla Camera e 8 al Senato e altri 42 nei listini proporzionali con 28 a Montecitorio e 14 a Palazzo Madama.

Due le  schede consegnate ai cittadini che si recheranno alle urne per le elezioni politiche: una di colore giallo per il Senato della Repubblica (per gli elettori che hanno compiuto 25 anni), l’altra di colore rosa per la Camera dei Deputati per i cittadini con 18 anni.

I modelli  contengono  il nome del candidato nel collegio uninominale  nel rettangolo posto in alto.

Più sotto c’è una parte dedicata ai colleghi plurinominali dove sono riportati il contrassegno di ciascuna lista o la coalizione di liste collegate al candidato del collegio uninominale.

Nei collegi plurinominali, accanto ai  simboli sono riportati i nominativi dei candidati contenuti in rettangoli contigui.

Le schede sono di carta consistente e quest’anno, per la prima volta all’interno della scheda è inserito un tagliando antifrode.

Come si vota

Il voto è espresso tracciando un segno sulla scheda:

si può votare facendo un solo segno

  • votando un candidato al collegio uninominale (rettangolo in alto)
  • votando il partito e lista dei candidati nel collegio plurinominale

si può votare facendo due segni

  • votando un candidato al collegio uninominale ( rettangolo in alto) e scegliendo una delle liste che lo appoggiano.
  • Non si potrà votare per i candidati del listino di partito, ogni segno apposto sui nomi elencati accanto al simbolo comporterà l’annullamento della scheda.

La scheda elettorale Camera (rosa)

In maiuscolo in alto ci sono i nomi dei candidati nel collegio uninominale e in minuscolo i candidati del listino plurinominale. E’ possibile votare mettendo la croce sul nome del candidato o sul simbolo di un partito.

No al voto disgiunto, quindi non è possibile mettere una croce sul nome di un candidato e poi metterne una seconda sul simbolo di un partito collocato in un altro riquadro della scheda elettorale.

camera-cintura

La scheda elettorale come vi verrà consegnata al seggio

La scheda elettorale Senato  ( gialla )

Le regole sono le medesime di cui sopra: si può apporre una croce sul nome del candidato al collegio uninominale oppure una croce sul simbolo del partito, il voto disgiunto viene annullato.

La scheda elettorale come vi verrà consegnata al seggio

La tessera elettorale

La tessera elettorale è il documento che permette, unitamente a un documento di identità valido, di esercitare il diritto di voto, sostituendo il precedente certificato elettorale. La tessera elettorale permette anche di ottenere le agevolazioni di viaggio concesse agli elettori in occasione delle votazioni. La tessera elettorale è valida fino all’esaurimento dei 18 spazi disponibili per la certificazione del voto. Esauriti i 18 spazi, l’elettore può richiedere una nuova tessera elettorale rivolgendosi all’ufficio elettorale o all’ufficio di anagrafe  del proprio comune esibendo un documento di identità e la tessera con gli spazi completi. Il rilascio della nuova tessera è immediato. Nel caso di smarrimento l’elettore può richiedere un duplicato della tessera elettorale con un’autocertificazione. Nel caso di deterioramento potete richiedere un duplicato della tessera elettorale dopo aver riconsegnato la tessera deteriorata.

In Cintura di Torino

Come previsto dalla legge elettorale italiana del 2017, il collegio è stato definito tramite decreto legislativo all’interno della circoscrizione Piemonte.

Il collegio per il Senato è formato dal territorio di 11 comuni: Alpignano, Beinasco, Bruino, Collegno, Druento, Grugliasco, Orbassano, Pianezza, Rivalta di Torino, Rivoli, Venaria Reale e da parte del territorio del comune di Torino (zone Vallette e Borgo San Paolo).

Il collegio per la Camera è formato dal territorio di 11 comuni: Alpignano, Beinasco, Bruino, Collegno, Druento, Grugliasco, Orbassano, Pianezza, Rivalta di Torino, Rivoli e Venaria Reale.

Il collegio è parte del collegio plurinominale Piemonte 1- 01.

Senato

  • collegio Uninominale Piemonte 3 ( Cintura sud ovest )

Camera

  • collegio Uninominale Piemonte 6 (Cintura Ovest )

I fac simile delle schede