Elezioni in Piemonte, l’appello di Italia Nostra “Una transizione ecologica nel rispetto del territorio” Appello alle forze politiche in vista delle prossime elezioni nazionali

voto

TORINO – Elezioni in Piemonte, l’appello di Italia Nostra “Una transizione ecologica nel rispetto del territorio” (Comunicato Italia Nostra)

L’APPELLO DI ITALIA NOSTRA PER LE ELEZIONI IN PIEMONTE

Italia Nostra nasce nel 1955 con l’obiettivo di tutelare il territorio, il paesaggio e il patrimonio naturale e culturale dell’Italia minacciati da una ricostruzione spesso irrispettosa di norme e valori. Oggi questo patrimonio è ancora a rischio, sia nei contesti urbani, che in quelli rurali, spesso in forme più subdole.

IL DIBATTITO POLITICO

Il dibattito politico in vista delle prossime elezioni nazionali si è concentrato su logiche di schieramento, ignorando totalmente scelte sulla tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali determinanti per il modello di sviluppo della nostra società. In particolare, la transizione ecologica rappresenta uno degli obiettivi primari del Next Generation EU, che rende disponibili ingenti risorse a questo fine: un’opportunità unica e per indirizzare investimenti e riforme al fine di garantire un effetto moltiplicatore per la competitività del Paese e del suo sistema produttivo, oltre che la generazione di rilevanti benefici ambientali e sociali.

LA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI

Nel contribuire agli obiettivi europei di riduzione delle emissioni climalteranti, è urgente aggiornare la Strategia Energia Nazionale e realizzare una governance multilivello tra i diversi ambiti amministrativi coinvolti nelle scelte pianificatorie, regolatorie, autorizzative e di controllo.  È altresì necessario riformare gli attuali strumenti di incentivazione dell’efficienza e delle fonti di energia rinnovabile. L’attuale sistema di bonus per l’efficienza energetica è infatti caratterizzato da sprechi ed abusi, facilitati dalla complessità delle procedure amministrative, mentre non prevede un’efficace correlazione fra l’entità delle detrazioni fiscali e l’effettivo contributo alla riduzione dei consumi energetici, che dovrebbe invece guidare l’uso delle risorse pubbliche. L’installazione di nuovi impianti di generazione da fonti rinnovabili deve procedere di pari passo con la possibilità tecnica di allacciamento dei nuovi impianti alla rete elettrica nazionale e con sistemi di accumulo che superino i limiti di intermittenza che caratterizzano la maggior parte delle fonti rinnovabili.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.