Crea sito

Elezioni a Susa: Montabone e Pelissero lanciano il “laboratorio del cambiamento segusino” Una proposta politica in vista delle elezioni amministrative

Susa – Dopo l’appello della scorsa settimana Giorgio Montabone e Giuliano Pelissero lanciano il “laboratorio del cambiamento segusino”. Si tratta della costruzione di un vero e proprio manifesto politico che nascerà dopo una serie di incontri con il coinvolgimento di gruppi di lavoro costituiti; persone che si stanno dimostrando concordi sulla necessità che Susa veda nascere una nuova generazione di amministratori; un vero e proprio cantiere del cambiamento, dibattito costruttivo tra persone che hanno maturato esperienza ma che hanno interesse a mettere a disposizione le proprie competenze per far nascere una nuova ed efficace proposta elettorale.

L’ESIGENZA DI CAMBIARE MARCIA

Giorgio Montabone: “Il cambiamento deve essere autentico e duraturo e deve partire dal basso. Per questo motivo non si tratta di recepire proposte legate a partiti o coalizioni che ormai sono inesistenti e incoerenti ma si tratta di lavorare ascoltando i punti di vista e le necessità allo scopo di ricucire una città estremamente divisa. L’intento è di risvegliare quell’entusiasmo civico che pare tanti segusini abbiano ormai perso. Chi non si accorge che la Città di Susa sente forte l’esigenza di cambiare marcia, cambiare facce, creare le condizioni per risvegliare l’entusiasmo, chi preferisce personalismi e proporre liste preconfezionate non fa altro che dividere e agevolare un destino per Susa di triste e stanca ordinaria amministrazione. La politica crediamo sia prima di tutto dibattito e scambio di idee. Noi non intendiamo imporci ma aprire riflessioni verificando le scelte migliori per l’amministrazione del prossimo quinquennio“.

UN VERA SVOLTA PER SUSA

Giuliano Pelissero: “Sabato e domenica siamo stati in giro per città e abbiamo potuto constatare una forte voglia di cambiamento e rinnovamento. Tale sentimento si respira in maniera forte nella stragrande maggioranza dei segusini, soprattutto i giovani e tanti elettori che in passato erano schierati ma che ora sentono l’esigenza di freschezza e di una nuova proposta per costruire la classe dirigente segusina del prossimo futuro; tanti sono stufi di vedere le stesse persone da anni. Alle numerose persone che ci avvicinano in questi giorni e ci interrogano rispondiamo che la città ha bisogno di una scossa, zero tatticismi e personalismi, solo puro impegno determinato affinchè si arrivi ad una vera svolta per Susa. Per riuscire nell’intento dobbiamo verificare se può nascere una proposta elettorale unitaria, innovativa, e indipendente. In questo siamo fortemente impegnati“.