Crea sito

Elezioni a Sant’Antonino: Susanna Preacco ripropone la propria candidatura a sindaco Intercettare i bisogni veri della comunità santantoninese

Susanna Preacco

S.ANTONINO – Intercettare i bisogni veri della comunità santantoninese e dare le risposte giuste a domande a volte difficili. È il senso di un progetto di governo che ha preso le mosse quindici anni fa e che ora si rinnova con la ricandidatura di Susanna Preacco alla carica di sindaco di Sant’Antonino. Un progetto amministrativo iniziato nel 2004 di cui Susanna Preacco è stata una delle anime. Assessore alle politiche educative, alle pari opportunità e agli eventi istituzionali dal 2004 al 2009, vicesindaco e assessore alle politiche sociali (delega che mantiene tuttora) dal 2009 al 2014, sindaco nel mandato che sta per concludersi.

Un mandato che, oltre a consentire la realizzazione di opere importanti e di iniziative che hanno dato un carattere forte, sul piano culturale, ambientale e sociale, all’azione di governo, ha posto le basi per nuove iniziative, materiali e immateriali, con l’obiettivo di rendere Sant’Antonino un paese nel quale la qualità della vita e dei servizi sia sempre più alta. «Proprio per proseguire in quest’azione ho deciso di riproporre il mio nome agli elettori come sindaco di Sant’Antonino, muovendo da un bilancio che, il gruppo che mi ha affiancato in questi anni ed io, pensiamo sia largamente positivo», spiega il primo cittadino.

Quindi, dice Susanna Preacco, l’impegno andrà nuovamente nella direzione del potenziamento dei servizi ai cittadini, anche attraverso un rinnovato rapporto con l’associazionismo e il volontariato, con iniziative che incentivino la partecipazione alla vita della comunità santantoninese, in particolare dei giovani. Il programma, le cose da fare, ma sarebbe meglio dire che cose che si possono fare, verrà pensato sulle fondamenta di quanto realizzato in questi anni, aggiunge il sindaco.