Crea sito

Elezioni a Sant’Antonino, Roberto Giuglard: “La lista Unione Democratica è un gruppo unito, convinto e motivato” Il programma prevede la scuola Piazza dei mestieri

S.ANTONINO – La lista “Unione democratica per Sant’Antonino” che presenta Roberto Giuglard come sindaco, dopo la bella presentazione in piazza, sta incontrando i cittadini e le associazioni per presentare il programma. Ne parla il candidato, consigliere e già assessore, che guida il gruppo composto da santantoninesi attivi in paese in diversi ambiti.

Le vostre idee per il paese?

Partiamo dalla considerazione che arriviamo da 15 anni di amministrazioni guidate da Ferrentino e Preacco, il paese è stanco e del solito copione: c’è bisogno di un vero cambiamento. Partiamo dalle imposte. Abbiamo sempre votato contro gli adeguamenti Istat delle tariffe a domanda individuale; sull’addizionale Irpef, si potrebbero introdurre delle aliquote differenziate e sulla Tari bisogna modificare le cifre al ribasso. in Comune, al posto dell’assessorato al bilancio bisogna fare quello  alla programmazione e alla gestione.

Parliamo del paese.

“Abbiamo progetti per il territorio legati all’ecologia innovativa e bisogna chiedere all’Unione Montana Valsusa i fondi per le manutenzioni.  Pensiamo alla trasformazione di piazza Don Cantore e valorizzare il Cresto a livello turistico“.

Per il lavoro?

Bisogna portare a Sant’Antonino la scuola della Piazza dei mestieri di Torino, offrendo occasioni di formazione e occupazione per i giovani e di sviluppo per il territorio. E’ una scuola di formazione professionale innovativa che calibra l’offerta formativa in funzione di precise analisi del mercato del lavoro: un’agenzia educativa che insegna un mestiere. Questo progetto potrebbe avere ricadute sul tessuto economico e rendere Sant’Anronino attrattivo per molte realtà produttive“.

La campagna elettorale?

Candidarsi è una faccenda seria, si mette in gioco la propria credibilità e la propria capacità di generare un sentimento comune di appartenenza ad un progetto, ad un sogno. Sabato alla presentazione, ad esempio, tirava un vento incredibile eppure ci siamo guardati in faccia ed abbiamo avuto coraggio di rimane in piazza. La lista è nata da un gruppo unito, convinto e motivato“.