Crea sito

Elezioni a Sant’Ambrogio, Antonella Falchero: “Ecco perchè sono candidata” La candidata della lista “Cittadini in movimento”

S.AMBROGIO – Santambrogese, insegnante, assessore in comune con le deleghe alla cultura e anche in Unione Montana Valle di Susa nello stesso ambito. In comune tra le sue “missioni compiute” le manifestazioni, l’imminente spostamento della biblioteca e il centro giovani alla Stazione ferroviaria. In quel di Villa Ferro a Bussoleno c’è la manifestazione che presenta le bande e le fanfare della Valsusa e il nuovo sistema bibliotecario di Valle. Tante medaglie al merito che l’hanno portata ad essere la candidata della lista “Cittadini in movimento”.

Quali soni valori che uniscono i candidati della lista?

Sono quelli che da sempre ci hanno unito: resistenza, costituzione, accoglienza, integrazione, spirito di volontariato e naturalmente il no alla TAV“.

E’ un gruppo in continuità con le amministrazioni precedenti?

“Assolutamente si, siamo un gruppo numeroso con cittadini che si mettono al servizio della comunità. Alcuni per impegni ci aiuteranno da fuori altri tentano la corsa elettorale con lo stesso immutato senso civico e di servizio”.

Che c’è in programma?

“Abbiamo i progetti iniziati da terminare e le idee che per ragioni economiche sono rimaste sulla carta. L’urbanistica e la valorizzazione internazionale della Sacra sono già in atto, senza dimenticare il valore della comunità e delle associazioni”.

Si andrà a voltare anche per la Regione quale sarà la scelta?

Sicuramente non per la Lega o chi sarà con Salvini, per il resto aspetto a valutare i candidati e i programmi“.

Vi preoccupa la nascita del Comitato Civico Sant’Ambrogio Risale?

“No, anzi, ritengo che sia una bella prova di democrazia se in un comuni ci sono più idee e persone che si impegnano. Se rimarrà un comitato saremo sempre aperti al confronto e al dialogo, allo stesso modo, se il gruppo si trasformerà in una lista concorrente alle elezioni comunali”.