Crea sito

Elezioni a Coazze: Paolo Allais: “La costruzione della piscina è una fake news dell’amministrazione” "Asfaltata due volte la stessa strada e lavori in proprietà non comunali"

COAZZE – Paolo Allais, consigliere comunale e candidato della lista “Per Coazze con Coazze” scrive in una nota: “Venuti a conoscenza che erano stati realizzati dei lavori di ingegneria naturalistica da parte del Comune di Coazze, sulla strada che conduce  alla Palazzina Sertorio, terreni notoriamente di proprietà privata,  appartengono all’unione dei Comuni montani Val Sangone, ed essendo la cosa di una assurdità assoluta, visto che l’Unione è titolare dei fondi ATO quindi è perfettamente in grado di provvedere autonomamente alle  proprie necessità, abbiamo interrogato il consiglio dell’Unione per conoscere i motivi che hanno determinato questa scelta, e la stessa ci  ha risposto che nulla ha chiesto al comune di Coazze, e nessun permesso è stato concesso per quella realizzazione.La risposta ci ha lasciati di  stucco, vedere che personaggi che sono in amministrazione da quasi 25  anni non conoscono il proprio territorio e vanno a realizzare lavori a casa d’altri pur avendone una necessità estrema a casa propria, è sbalorditivo, ma una domanda ci viene spontanea, come possono persone che non conoscono il proprio territorio proporsi per amministrarlo?

LA PISCINA NON SI FARA’

Abbiamo presentato una interrogazione consigliare in merito e siamo in  attesa di una risposta. Inoltre vedere la frenesia di iniziative di questi ultimi cinque mesi prima  delle elezioni, mentre nel quinquennio si è realizzato poco o niente non ci sbalordisce, ma ci infastidisce lo spreco che si fa del denaro pubblico quando si asfalta due volte consecutivamente Via Cavour e si potano i cipressi del cimitero con una ditta privata, mentre le potature  sono comprese a carico della ditta che lo gestisce. inoltre si fanno i trasporti delle fioriere in Viale Italia con i nostri cantonieri mentre l’appalto è stato dato ad una ditta esterna e si scopre dopo quasi un mese dalla presentazione della lettera di accesso agli atti, che la tanto pubblicizzata piscina che si sarebbe dovuta realizzare al centro sportivo non si farà“.