Crea sito

Elezioni a Coazze, l’amministrazione risponde a Fabrizio Rosa Brusin "Gli uffici debbono essere lasciati fuori dalle dispute consiliari"

Coazze, il Municipio

COAZZE – Non si fa attendere la risposta a Rosa Brusin da parte dell’amministrazione coazzese. La lettera è a firma di gabria Gerbi che vuole puntualizzare. “Abbiamo letto la notizia delle dimissioni del consigliere Rosa Brusi Fabrizio. Ci dispiace molto di apprendere dai giornali di questa sua scelta, che arriva proprio a ridosso dell’ultimo consiglio dell’amministrazione Ronco.
É chiaro che il capo gruppo dell’opposizione può fare le sue scelte in piena libertà, meno chiare sono le sue motivazioni. Ci dispiace che il gruppo di minoranza interpreti le risposte degli uffici comunali come un mero atteggiamento ostruzionistico. Rimaniamo dell’idea che i dipendenti debbono essere lasciati fuori dalle dispute consiliari o come in questo caso pre elettorali, perché i lavoratori sono spesso chiamati a svolgere una mole di lavoro imponente a fronte di stipendi davvero poco adeguati. Per questo riteniamo giusto spiegare che gli uffici si attengono ad una precisa disposizione della Segretaria Comunale. Regole tra l’altro che erano già adottate, in modo ancor più restrittivo, dalla giunta Allais di cui Rosa Brusin era parte attiva.

La necessità di ricevere la minoranza su appuntamento nasce dal fatto che spesso accadeva che i consiglieri si recavano negli uffici senza alcun preavviso per chiedere spiegazioni e/o acquisire atti, magari in orari di ricevimento pubblico,  mettendo questi ultimi in grave difficoltà. Ovviamente gli uffici, in queste situazioni, non erano in grado di rispondere o dare la dovuta attenzione agli argomenti da trattare così la Segretaria Comunale ha chiesto ai responsabili di area di ricevere i consiglieri di minoranza su appuntamento, in orari dove non c’era affluenza di pubblico e chiedendo loro gli argomenti da trattare affinché fosse possibile offrire tutte le attenzioni che meritavano e sapendo dare anche puntuali e più complete spiegazioni sugli argomenti sollevati.

Per ciò che concerne il richiesto incontro sul progetto di riqualificazione e nuove modalità di gestione del centro sportivo, argomento più volte sollevato dalla stessa minoranza, ricordiamo che esso non è ancora stato fissato in quanto  il tecnico che lo segue era in ferie e  non presente in comune fino a giovedì 4 aprile. Si tratta di una procedura complessa “financial project” che é stata affidata proprio per la sua complessità ad un collaboratore esterno. Parliamo di un lavoro sul quale l’amministrazione si é spesa molto, ma che ad oggi vede la sola approvazione di una delibera di linee di indirizzo. Per tutte le altre considerazioni rimandiamo agli elettori il giudizio, fermo restando che nei diversi incontri che stiamo facendo per la costituzione di una nuova lista per le elezioni del 26 maggio prossimo, stiamo raccogliendo il merito di essere riusciti ad ascoltare il paese e di aver nuovamente creato l’idea che se si lavora tutti insieme è più facile raccogliere risultati positivi.

Ci piacerebbe e questo è il percorso tracciato dal nostro nuovo candidato Sindaco Dino Tessa, che al posto dei molteplici esposti in procura o agli uffici prefettizi, tutti senza esiti di alcun genere se non quelli di rallentare il lavoro degli uffici, si sostituisca un dialogo costruttivo. A nostro avviso  il nostro  piccolo paese non ha bisogno di forti contrapposizioni ma di progetti comuni. Infine cogliamo l’occasione per salutare pubblicamente, così come faremo nel prossimo consiglio comunale,  il collega Rosa Brusin Fabrizio, per il suo lavoro, la presenza costante in consiglio e la serietà dimostrata. Siamo infatti certi che anche se su posizioni a volte divergenti ciò che condividiamo è l’amore per Coazze”.