Crea sito

Elezioni a Bussoleno: nella lista “Per Bussoleno” di Bruna Consolini ci sono Giorgio Pesando e Davide Sacco "La volontà di creare una lista civica, trasversale a tutte le sensibilità e libera da colori partitici”

BUSSOLENO – La lista “Per Bussoleno”, guidata dalla candidata a sindaco Bruna Consolini, presenta i prima candidati della lista alla carica di consigliere comunale. Un nome noto, impegnato già nella politica del paese: Davide Sacco e un nuovo ingresso: Giorgio Pesando.

TANTE IDEE E GRANDE ENTUSIASMO

Giorgio Pesando, ha 45 anni e vive con Elisa la sua compagna, a Bussoleno, in una delle borgate più popolate dell’Indritto: le Grangie. E’ amante della natura in tutte le sue forme, con la fortuna di vivere un territorio circondato da bellezze naturali. Nella vita, per circa 20 anni, è stato un piccolo imprenditore, occupandosi di impianti elettrici, insieme al lavoro di elettricista ha sempre affiancato la sua passione più grande: la musica. Negli anni si è perfezionato come musicista, frequentando il Centro Jazz di Torino. Fa parte dell’Associazione Valsusa Filmfest e per alcuni anni ha curato la sezione dedicata ai videoclip musicali. “Durante l’autunno scorso – dice Pesando – sono venuto a conoscenza di questo laboratorio di idee per comprendere le necessità di Bussoleno e rispondere a queste in modo reale. Mi sono unito con entusiasmo al tavolo che si occupa della parte solidale e multiculturale del progetto: l’idea di inclusione e di unione rivolta ai cittadini di Bussoleno. In questi gruppi di lavoro ho trovato tante persone con diverse sensibilità con tante idee e un grande entusiasmo, accomunati dalla volontà di rendere migliore sotto tutti gli aspetti Bussoleno“.

DIFFICOLTA’ E OPPORTUNITA’ 

Davide Sacco, nato a Susa nel 1976, ha studiato al Liceo Scientifico di Bussoleno. La sua prima esperienza lavorativa è stata nella ditta di famiglia dove ho avuto modo di apprendere e apprezzare il mestiere che da tre generazioni li caratterizza. Dopo aver lavorato per alcuni anni in diversi comuni della Valle, dove si è occupato di riscossione tributi, con un caro amico si è lanciato nell’impresa di aprire una libreria a Bussoleno che dopo alcuni anni è diventata anche caffetteria e dove tuttora passa gran parte del suo tempo. “In questi ultimi cinque anni sono stato consigliere di minoranza a Bussoleno – spiega Sacco – esperienza che mi ha fatto crescere molto dandomi la possibilità di avvicinarmi alla “macchina comunale” in modo diretto e permettendomi di conoscere da vicino tutte le criticità, le difficoltà ma anche le opportunità che comportano l’ essere amministratore di un comune“.