Crea sito

Elezioni a Bussoleno, Malacrinò: “Bisogna trovare i soldi per la città in Europa” Continuano gli incontri tra la lista Insieme in Comune di Andrea Malacrinò

BUSSOLENO – Continuano gli incontri tra la lista Insieme in Comune di Andrea Malacrinò e i cittadini di Bussoleno: nell’arco di alcune serate i candidati hanno incontrato sia la rappresentanza della Protezione Civile, degli AIB e dei Volontari dei Vigili del Fuoco sia diversi componenti dell’Unione Commercianti di Bussoleno. Da entrambi gli incontri sono scaturiti preziosi spunti di riflessione che vanno a confluire nel già nutrito programma per le prossime amministrative.

IL POLO LOGISTICO

Alla base di tutto si pone la fattiva realizzazione del Polo Logistico in zona Cascina del Gallo, già prospettato in seguito al devastante incendio dell’autunno 2017 e non realizzato; difatti l’esistenza di un Polo Logistico che riunisca le diverse realtà che operano sul territorio in caso di emergenza è imprescindibile in un’ottica di messa in sicurezza del territorio, non solo per Bussoleno ma anche per i Comuni limitrofi. “Partiamo dal presupposto – dichiara Malacrinò – che occorre una cultura di protezione civile in grado di prendere il posto della cultura dell’emergenza e un punto fondamentale del nostro programma sarà proprio il totale supporto a ogni iniziativa che coinvolga gli operatori del settore. Da qualche decennio è in atto un processo di abbandono della montagna, che conduce spesso alla compromissione dell’ambiente tutto questo valorizzando la montagna e chi ancora ci vive, per arrestare questo processo che sembra quasi irreversibile. La nostra idea è di fornire a tutte le borgate, che ancora ne sono sprovviste, degli idranti per fronteggiare il pericolo incendi e, in accordo con le Amministrazioni delle Aree Protette, e con i Forestali, predisporre eventuali piste anti-incendio in zone strategiche”.

COMMERCIO E TURISMO PER BUSSOLENO

Per quanto riguarda le legittime e motivate istanze dei commercianti, i candidati della lista Malacrinò, accogliendo le proposte emerse, ritengono necessaria una rivitalizzazione del tessuto del paese e una sinergia tra commercio e turismo per rafforzare la capacità attrattiva di Bussoleno, anche con l’opportuna valorizzazione del Centro Storico (che, insieme con quello di Susa e di Avigliana, presenta uno dei meglio conservati assetti urbanistici di origine medievale della Valle). “Nel programma” dichiarano “vi è infatti una parte molto dettagliata sul ruolo del Comune che dovrà porsi come facilitatore, anche nell’individuare le potenziali linee di finanziamento di matrice europea, che negli anni recenti risultano essere tra le poche opportunità economiche utilizzabili sul territorio. A fronte di un paese in cui sembra prevalere una progressiva desertificazione commerciale, occorrerà senz’altro provvedere, incentivando l’avvio di nuove attività e combattendo una forma di degrado che pare diffusa e che tutt’oggi non rappresenta un’attrattiva per i turisti di passaggio”. L’interfacciarsi con le diverse anime della popolazione, secondo Malacrinò, rappresenta senza dubbio uno strumento fondamentale per la stesura di un programma realistico, che non sia un ‘libro dei sogni’, ma che consenta, se eletti, di operare concretamente nella dimensione territoriale.