È uscito a marzo di quest’anno il libro “Alpi – 4000 da collezione” di Luciano Ratto di LODOVICO MARCHISIO

AVIGLIANA – È uscito a marzo di quest’anno il libro “Alpi – 4000 da collezione” di Luciano Ratto, edizione completamente aggiornata e riveduta anche nel titolo, della prima edizione “Tutti i 4000 – L’aria sottile dell’alta quota” edito nel 2010 da Vivalda editori. Il nuovo testo di 192 pagine – prezzo € 25. Molto curato nella sua veste grafica, con copertina rigida. Non può mancare nella libreria di ogni appassionato di montagna e di conoscenza in genere ed è edito da Edizioni del Graffio di Borgone Susa. Con il sostegno del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, con Tuxor come parte di progetto e con la convenzione FAI (Fondo Ambiente Italiano).

IL LIBRO

Questa nuova edizione è frutto delle ricerche dell’autore con un team di colleghi e amici del CAI sezione di Torino. Ne consegue la completezza del testo su tutti i 4000 delle Alpi e su tutto quanto c’è da sapere in merito. Tanto che non voglio svelarvi di più sul suo contenuto, se non invitarvi a leggerlo e sognare grazie alle meravigliose immagini delle quali è ricchissimo questo libro ben rilegato. Non si può a questo punto non spendere due parole sull’autore Luciano Ratto. E’ un alpinista molto noto, non solo per le sue grandi salite ma per esser stato il primo uomo al mondo ad aver “conquistato” tutte le cime alpine che superano i 4000 metri. Questo grande progetto ha probabilmente gettato le basi per la creazione del “Club 4000”. Luciano Ratto è stato co-fondatore insieme a Franco Bianco nel 1993 e di cui è attualmente il Presidente Onorario.

L’AUTORE

Nato nel 1932 a Châtillon (Aosta), è ingegnere industriale, esperto di management, e nell’ambito “montagna”, socio del CAI di Torino dal 1956 e socio onorario della sezione di Châtillon dal 1998. Nel suo carnet alpinistico vi sono molteplici spedizioni extraeuropee, con la realizzazione di alcune prime ascensioni tra cui il Koh – J- Sharan di 6100 metri, alcune prime ascensioni sulle Alpi, come la diretta della parete est della Grande Rousse, alcune prime invernali, tra cui la Cresta De Amicis al Cervino e innumerevoli ripetizioni, vie di ghiaccio, di roccia e di misto. È infine coordinatore del gruppo di studiosi che hanno redatto il “Dossier Progetto 8000”sulle più alte vette del nostro pianeta.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale Yuotube L’Agenda.