Crea sito

Due defibrillatori sul Rocciamelone, al via la raccolta fondi Gli apparecchi salva vita ai rifugi Ca d’Asti e La Riposa

MOMPANTERO – Si cercano i fondi per l’installazione di due defibrillatori sulla montagna del Rocciamelone presso i rifugi Ca d’Asti e La Riposa. L’idea è nata dal comitato di Susa della Croce Rossa Italiana che vuole “cardioproteggere” la montagna più conosciuta della Valsusa, scalata ogni anno da migliaia di escursionisti e pellegrini. L’iniziativa, patrocinata dall’Asl To3, dalla Diocesi di Susa e dai comuni di Susa, Mompantero e Novalesa è realizzata nell’ambito del progetto #MyProtection che ha l’obiettivo di lottare contro la morte cardiaca improvvisa diffondendo i defibrillatori automatici esterni.

COME DONARE PER L’ACQUISTO

E’ stata attivata una raccolta fondi per consentire il raggiungimento di questo importante obiettivo; si può effettuare una donazione presso la sede della Croce Rossa Italiana di Susa oppure tramite bonifico bancario all’Iban:IT05F0335901600100000115381, mentre nelle prossime settimane verrà anche lanciata una campagna di crow- funding sulla piattaforma Eppela.