Denti del giudizio inclusi, lo Studio Dentistico Sidoti spiega quando vanno estratti Lo Studio Dentistico Sidoti è in Corso Moncenisio 88/A a Sant’Ambrogio di Torino

SANT’AMBROGIO DI TORINO – Ad alcune persone può capitare che i denti del giudizio, anziché erompere, restino inclusi nell’osso. Allo Studio Dentistico Sidoti ci spiegano che avere i denti del giudizio inclusi non vuol dire necessariamente che si debba ricorrere all’estrazione. Il terzo molare, anche definito come dente del giudizio, è l’ultimo elemento dentario a erompere nel nostro cavo orale. La sua età di eruzione è assai variabile, ma si aggira tra i 20 e i 30 anni. Talvolta però capita che resti incluso nell’osso.

L’INCLUSIONE DENTARIA

Il dottor Michele Sidoti ci dice che si definisce inclusione dentaria la mancata eruzione nella cavità orale di un dente. Nel caso in cui questo è ricoperto interamente da osso, si parla di inclusione completa, nel caso in cui invece è ricoperto in parte da mucosa, di inclusione parziale. I denti del giudizio sono gli elementi dentari che più vanno incontro a tale condizione, seguiti dai canini. “Può capitare – continua il dottor Sidoti – di guardarsi allo specchio e non vedere in bocca i terzi molari. Questa situazione non vuol dire assolutamente nulla, in quanto potrebbe esservi un quadro di agenesia. Ovvero che quei denti non ci sono mai stati, perché non si sono mai formati”.

I DENTI DEL GIUDIZIO CHE NON SI SONO MAI FORMATI

L’ assenza dei denti del giudizio può essere riscontrata anche solo da una radiografia panoramica, a meno che il paziente non riferisca che quei denti non ci sono perché sono stati estratti. L’agenesia di un elemento dentario, che non si è mai formato, rappresenta l’adattamento della razza umana alla civilizzazione. Nell’evoluzione dei primati infatti si è verificata una riduzione del numero e delle dimensioni dei denti dovuta al cambiamento nell’alimentazione. Avere l’agenesia di un dente del giudizio non è però da considerarsi un male. Il cavo orale, difatti, man mano che ci si avvicina agli ultimi denti si restringe sempre di più, di conseguenza i terzi molari sono piuttosto ininfluenti per la masticazione.

MA I DENTI DEL GIUDIZIO INCLUSI SONO DENTI CHE VANNO ESTRATTI?

Appurata la diagnosi di inclusione – ci spiega il team dello Studio Dentistico Sidotila tipica reazione dei pazienti è un senso di sconforto generale, in quanto temono che si debba ricorrere all’estrazione. Tale malessere risulta ancora più amplificato se quel dente incluso è magari inclinato e non dritto”. Tuttavia, i denti del giudizio inclusi non vanno sempre estratti. Anzi, teoricamente potrebbero anche rimanere silenti e indisturbati per tutta la vita. In tal caso è possibile lasciarli in sede, monitorando tramite visite periodiche la situazione.

QUANDO È NECESSARIA L’ESTRAZIONE

È chiaro che, se per un motivo o per un altro, quel dente dovesse essere colonizzato dai microbi, causando più o meno sporadici episodi di arrossamento gengivale, sanguinamento e dolore, potrebbe trattarsi di pericoronarite. In questa circostanza, per via del processo infiammatorio in atto, potrebbe essere indicata l’estrazione dell’elemento dentario. Un’importante precisazione è che la credenza che i denti del giudizio inclusi possano disallineare i denti è profondamente errata. Per cui eseguire l’estrazione di terzi molari incriminati di un ipotetico affollamento è assolutamente fuori luogo. In conclusione, il tema dello Studio Dentistico Sidoti consiglia sempre di valutare il singolo caso. Un’accurata analisi infatti risulta necessaria al fine di capire se la situazione può essere tenuta sotto controllo o se sono necessarie misure aggiuntive.

LO STUDIO DENTISTICO SIDOTI

Lo Studio Dentistico Sidoti è dotato delle migliori strumentazioni: telecamere intraorali, microscopio, fotocamere trans-illuminanti, CAD-CAM, Cone Beam, laser e stampante 3D, strumenti di ultima generazione supportati dalla frequentazione di corsi specifici. Le visite sono eseguite da medici laureati in odontoiatria costantemente aggiornati per offrire diagnosi accurate e puntuali. Lo studio infatti presta un’assistenza sanitaria orale completa, con controlli regolari per tutta la famiglia. Dall’igiene orale all’ortodonzia, dalle protesi fisse e mobili all’implantologia, dall’endodonzia alla conservativa, dalla pedodonzia odontoiatrica pediatrica alla parodontologia.

Lo Studio Dentistico Sidoti è aperto con il seguente orario: dal lunedì al venerdì 9-19. Il sabato 9-13.

Studio Dentistico Sidoti – Corso Moncenisio 88/A. Sant’Ambrogio di Torino – Tel. 011 9399282. Cell. 349 3156732 – E-mail: info@studiodentisticosidoti.com