Cose buone: il bonèt alla piemontese, un budino speciale arricchito dal sapore degli amaretti di SIMONETTA MARRA

Cose buone, i dolci della tradizione regionale rappresentano una garanzia quando vogliamo preparare dolci al cucchiaio per occasioni speciali. Nell’immaginario comune però, troppo spesso, si pensa che i dolci regionali non possano essere piatti veloci. In realtà, il bonèt alla piemontese, oltre ad essere uno dei dolci al cucchiaio più famosi tra i dolci regionali, rientra sicuramente nei dolci veloci da preparare. Un budino speciale arricchito dal sapore degli amaretti e un leggero sapore di rum: il bonet è così veloce e gustoso che non temerà rivali.

LA RICETTA

Per il bonèt sbattete i 4 tuorli, i 2 albumi e metà dello zucchero semolato, poi aggiungete gli amaretti macinati e il cacao. Diluite il tutto con il latte tiepido e il Rhum senza formare grumi. Caramellate l’altra metà dello zucchero e rivestite uno stampo dai bordi alti, accuratamente riscaldato, lavorando molto velocemente prima dell’indurimento dello zucchero. Versate la crema e cuocete a bagnomaria in forno per circa un’ora. Togliete lo stampo dal forno, mettetelo in acqua fredda e sformatelo quando è completamente raffreddato. Guarnite con qualche amaretto.

INGREDIENTI

4 tuorli
2 albumi
g 200 di zucchero
semolato
g 80 di cacao amaro
g 100 di amaretti macinati
poi 1 litro di latte
1 bicchierino di Rhum

Maggiori informazioni su Cucina piemontese, Simonetta Marra, Editrice Il Punto-Piemonte in bancarella, pag.384.

cucina piemontese

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Cose buone. La cucina piemontese. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!