Coronavirus a Giaveno: il sindaco Carlo Giacone “Molto probabilmente dall’inizio della prossima settimana al Polo Sanitario un reparto Covid” La situazione sta peggiorando di giorno in giorno e anche il sistema sanitario inizia ad andare sotto stress

Giaveno Polo SanitarioGiaveno Polo Sanitario

Studio Golia

GIAVENO – Probabilmente dall’inizio della prossima settimana l’Asl To3 aprirà nuovamente il reparto Covid al Polo Sanitario di Giaveno. Lo ha annunciato il sindaco Carlo Giacone. Uno spazio per trattare i pazienti positivi al Coronavirus meno gravi, in modo da alleggerire la pressione sui reparti ordinari di altre strutture che stanno tornando a riempirsi. Un reparto Covid potrebbe aprire a breve anche all’interno del Polo Sanitario di Avigliana. A Giaveno continuano ad aumentare i numeri del contagio. Rispetto a martedì scorso, ci sono 7 concittadini risultati positivi al tampone e 3 guariti. I nuovi contagi sono 4 donne di 86, 59, 48 e 18 anni e 3 uomini di 80, 51 e 39 anni. Due di loro fanno parte del personale sanitario e lavorano in strutture ospedaliere e poi abbiamo anche una donna che fa parte del personale docente. Al momento possiamo contare 31 casi, 12 uomini e 19 donne, la media d’età è di 48 anni, la più anziana ha 89 anni e la più piccola 4.

A GIAVENO

Spiega il primo cittadino. “Vi avevo annunciato già martedì scorso che i contagi a livello nazionale sarebbero purtroppo saliti in maniera costante e consistente e siamo arrivati a superare i 19.000 nuovi contagi solo nella giornata di oggi. Un numero che fa molto preoccupare e infatti le autorità nazionali e anche quelle regionali stanno prevedendo di intervenire nuovamente sulle misure di restrizione. Anche la nostra Regione infatti sta raggiungendo livelli molto critici e i nuovi contagi di oggi hanno superato le 2000 unità. Solo la Lombardia e la Campania hanno fatto peggio di noi“. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del Coronavirus, su tutto il territorio della Regione Piemonte, dalle ore 23 alle ore 5 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!