Conoscete la storia del portone di ferro della Sacra di San Michele? Curiosità per le visite Conosciamo insieme la sua storia

S.AMBROGIO – La Sacra di San Michele ha riaperto alle visite da una settimana. Si può così tornare a scoprire la grandiosità del monumento e le sue tante particolarità a volte ignorate. Nel percorso della visita ci si imbatte nel portone. Conosciamo insieme la sua storia. La Sacra di San Michele sin dalla fine dell’anno 1000 è stata, è noto, un’abbazia fortificata. La Sacra aveva un’autonomia della gestione interna invidiabile soprattutto dagli ordinamenti vescovili dei paesi vicini. Ecco il termine Sacra ossia già stata consacrata per volere angelico. Erano molte le incursioni da parte di coloro che desideravano mettere mano sulle ricchezze dell’abbazia. Obbligando così i monaci ad una difesa. A conferma di ciò per entrare all’interno della struttura pare vi fosse una scaletta sospesa sopra un fossato artificiale.

IL FOSSATO

Questa dava accesso ad un ponte che collegava la zona di difesa controllata dal Portone di Ferro. Quest’ultimo, come gli ambienti ad esso adiacenti, hanno subito diversi rimaneggiamenti nel corso delle varie epoche ma ancora adesso sono visibili torrette d’avvistamento e varie rampe d’accesso. Questo nucleo fu ingrandito più volte fino ad avere la sua organizzazione strategica nell’ultimo ‘500 e nel primo ‘600 da parte dei Savoia. I Duchi, altro notizia storica interessante, utilizzavano la struttura al Pirchirinao più come fortezza che come chiesa. Oggi. L’orario è continuato dalle 9.30 alle 16.30. E’ permesso l’ingresso dal lunedì al venerdì. La Sacra rimane chiusa il sabato. La domenica e i giorni festivi l’accesso è consentito solamente per partecipare alla Santa Messa delle ore 12.

NORME COVID

Rimangono in atto le norme previste dall’ultimo Decreto. I fedeli dovranno indossare la mascherina e non potranno entrare se hanno una temperatura corporea pari o superiore ai 37,5 gradi o se sono entrati in contatto con persone positive al virus nei giorni precedenti. All’ingresso della Sacra sono a disposizione gel igienizzanti per le mani. I collaboratori alla porta gestiranno l’ingresso dei fedeli in modo da rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro. All’interno della Chiesa è necessario seguire le indicazioni e disporsi nei banchi mantenendo la distanza.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.