Confartigianato e Uncem insieme per rilanciare lo sviluppo delle zone montane Un impegno comune per costruire un nuovo modello di sviluppo

Valsangone Colletto del Forno montagna

ROMA – Confartigianato e Uncem insieme per rilanciare lo sviluppo delle zone montane. Serve un patto tra imprese ed enti locali per far ripartire lo sviluppo economico e sociale dei territori montani e delle aree interne del Paese. È l’indicazione condivisa dal Presidente di Uncem Mauro Bussone e dal Presidente di Confartigianato Marco Granelli nel corso di un incontro svoltosi il 24 giugno a Roma nella sede della Confederazione. I Presidenti Bussone e Granelli hanno concordato sulla necessità di una stretta collaborazione pubblico-privato. Un impegno comune per costruire un nuovo modello di sviluppo delle zone montane e dei piccoli centri che faccia leva sulle potenzialità dell’artigianato e delle piccole imprese.

INIZIATIVE COMUNI

Un territorio – hanno sottolineato – vive se alimentato da imprese che creano ricchezza economica. E contemporaneamente benessere sociale, relazioni, rapporti di comunità, qualità della vita dei residenti e dei visitatori. Il futuro delle aree interne e delle zone montane dipende quindi anche dalla capacità di sostenere nuove forme di imprenditoria. Poi di economia circolare e innovazione sociale, di promuovere i saperi tradizionali, l’utilizzo sostenibile ed equilibrato dei beni ambientali, rinnovati modi di fare welfare“. I Presidenti di Uncem e di Confartigianato si sono impegnati ad individuare iniziative comuni. Infine a costruire un percorso di collaborazione finalizzato a valorizzare la specificità e l’attrattività dei territori decentrati, a combattere lo spopolamento e a favorire le attività produttive.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.