Condove: un “ARCO” per i giovani verso l’Europa, un progetto con altre quattro regioni Il Progetto vedrà erogare una formazione di qualità a 20 giovani condovesi fra i 16 e i 30 anni

CONDOVE – E’ stato presentato questa mattina, davanti al Palazzo municipale di Condove, tutti a distanza, il Progetto ARCO – Giovani Community Managers. Si tratta di un progetto Finanziato dal programma europeo Erasmus+. Consentirà a 100 giovani italiani di formarsi sull’attivismo giovanile per lo sviluppo locale seguendo il modello del Community Management. Insieme a Condove (Piemonte), anche i Comuni di Genazzano (Lazio), Petruro Irpinio (Campagna), Tiggiano (Puglia) e Seneghe  (Sardegna). Spiega il sindaco Jacopo Suppo. “Lavoreranno per favorire la collaborazione tra l’amministrazione pubblica e un’associazione giovanile già attiva sui loro territori. L’intento è di coinvolgere i giovani in attività formative e sperimentali sul campo. Per Condove, saranno gli Scout del gruppo Condove 1“.

PER LA FORMAZIONE CIVICA

Il consigliere comunale con delega alle politiche giovanili e sport del Comune di Condove, Simona Senor. “Quando, lo scorso aprile, ci hanno parlato per la prima volta di questo progetto ci è subito sembrata un’occasione da non perdere. Siamo molto contenti del riscontro positivo che abbiamo ricevuto fino ad ora dai giovani condovesi e speriamo vivamente di poter realizzare qualcosa di bello partendo proprio da quelle che sono le esigenze sentite dai ragazzi. Con questo progetto vogliamo cercare di superare quel muro invisibile che spesso e volentieri rende difficile la comunicazione tra ente pubblico e giovani, vogliamo creare una bella collaborazione con loro perché li reputiamo parte importante e fondamentale della popolazione per il nostro territorio”.

IL PROGETTO

L’assessore Riccardo Beltrame aggiunge. “Il Progetto ha origine in Sardegna, dove la figura del Community Manager si sta già sperimentando nel ruolo di “attivatore di processi e di potenziale inespresso” nei piccoli paesi a rischio spopolamento. Il percorso formativo sarà preceduto da una fase di ricerca sulla partecipazione giovanile e sulle possibilità di collaborazione ente pubblico – giovani. Seguiranno quindi la pianificazione e realizzazione di azioni locali e la partecipazione a due incontri nazionali per lo scambio delle buone prassi; infine, la valutazione congiunta dei risultati ottenuti“. Il progetto Arco rappresenta la volontà di dimostrare il ruolo che i giovani possono avere all’interno delle politiche di sviluppo delle aree rurali, con l’obiettivo che essi siano inseriti in maniera strutturale nelle fasi di partecipazione e co-progettazione attraverso politiche mirate al miglioramento della loro capacità di intervento.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!