Condove, nuovamente possibile utilizzare l’acqua potabile in alcune borgate montane Le analisi hanno dato esito positivo

fontana acqua

Old Fox

CONDOVE – I problemi riguardanti l’uso dell’acqua potabile in alcune borgate montane di Condove sono stati risolti. Da oggi è nuovamente possibile utilizzare l’acqua potabile per il consumo umano. L’ordinanza di revoca riporta: “conformità dell’acqua destinata al consumo umano“. Come concordato giovedì 20 agosto, nella giornata di venerdì SMAT ha provveduto a risolvere le problematiche. Erano emerse presso le fontane di Giagli, Grange, Lajetto, Mocchie e Prarotto. Avevano portato ad un aumento del carico batteriologico nell’acqua potabile che serve alcune borgate montane di Condove. Nella giornata di lunedì 24 agosto SMAT ha provveduto ad effettuare delle nuove analisi. I cui risultati sono stati comunicati all’ASL TO3 ed al Comune ieri pomeriggio, martedì 25 agosto.

LE ANALISI

Le analisi hanno dato esito positivo. Quindi, sentita l’ASL, da oggi è nuovamente consentito utilizzare l’acqua potabile per consumo umano. L’ordinanza sindacale n° 4 del 20 agosto 2020 è quindi revocata. È quindi possibile destinare nuovamente al consumo umano l’acqua proveniente dall’acquedotto delle Borgate Bar, Boina, Borlera, Chiampasso, Crosatto, Cugno, Fornacchia, Giagli, Ghi, Grange, Lajetto, Maffiotto, Mocchie, Pralesio Inferiore, Pralesio Superiore, Prarotto“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!