Crea sito

Condove, con la corsa e la cena bianco-rossa è cominciata la festa del 60° della Fidas Condove-Caprie I concerti dell’UMC, delle Scuole e del gruppo Goodbye Agony per un pomeriggio di festa

CONDOVE – Chissà quanti dei partecipanti alla festa della Fidas di ieri, sabato 9 giugno, per il 60° anniversario dalla fondazione ricordano chi erano: Nino Senor, Bruno Ogliero, Romano Lombardo e il dottor Angelo Dotti? Furono loro i fondatori della di quella che all’epoca si chiamava Associazione Donatori di Sangue del Piemonte. Era il 18 ottobre del 1958 e con lori c’erano altri 18 condovesi. La prima riunione fu organizzata l’anno successivo e così la lunga vita dell’associazione che ancora opera in città. Sarebbe davvero difficile tracciare in poche righe l’attività e i protagonisti di questa avventura, fiore all’occhiello della comunità, che ha visto passare nelle varie sedi della Fidas centinaia di condovesi e capriesi di almeno quattro generazioni.

Una giornata tutta di corsa

Si è svolta in paese la corsa al 60esimo, la prima delle tante iniziative organizzate dai donatori  della Fidas di Condove e Caprie per festeggiare i 60 anni di fondazione del Gruppo. Si è trattato di una corsa-camminata non competitiva che grazie al lavoro del Team Freemount,  che si è impegnato nella realizzazione del percorso, ridotto per i bimbi mentre è arrivato a cinque chilometri per gli adulti e per chi ha avuto voglia di farsi una camminata in paese.

I concerti e la cena bianco-rossa

Sempre sabato i bambini della Scuola Primaria si sono esibiti per i donatori di sangue nel concerto dal titolo: Un Dono in Musica insieme alla banda giovanile dell’Unione Musicale Condovese. A conclusione della corsa, dopo le premiazioni, nell’ex Campo Sportivo, in collaborazione con la Pro Loco condovese, c’è stata la Cena Bianco Rossa con il sottofondo della musica del gruppo giovanile Goodbye Agony.