Chiomonte: salvato un capriolo caduto in un canale Intervento degli agenti del Servizio Tutela Flora e Fauna della Città Metropolitana

chiomonte capriolo

CHIOMONTE – Gli uomini del Comprensorio Alpino Alta Valsusa e della Città Metropolitana di Torino, hanno portato in salvo un capriolo caduto in un canale nella zona di Chiomonte. Sono state anche avvertite le autorità locali affinché il canale venga messo in sicurezza, ad evitare possano accadere incidenti. Gli agenti del Servizio Tutela Flora e Fauna della Città Metropolitana hanno nuovamente dimostrato come la loro attività non si limiti ai controllare i soci, ma a gestire molte delle attività che si sviluppano su quel territorio.

LA TUTELA

L’ufficio delle Guardie ecologiche delle Città Metropolitana di Torino si occupa di fornire informazioni, anche attraverso la realizzazione di specifiche pubblicazioni tecniche e didattiche, riguardanti la tutela degli ambienti acquatici, l’esercizio della pesca e la tutela della fauna selvatica soprattutto quella omeoterma. Promuove iniziative che possano valorizzare e migliorare la conoscenza degli ecosistemi e della fauna selvatica tipici della Provincia di Torino. Organizza e realizza corsi specifici per la formazione o l’aggiornamento di guardie venatorie volontarie e guardie ittiche volontarie provenienti dalle associazioni presenti sul territorio provinciale e che hanno titolo a svolgere attività di vigilanza in materia di caccia, pesca e ecologia. Il Corso di abilitazione per la caccia di selezione agli ungulati è organizzato in accordo tra la Città Metropolitana di Torino e gli Ambiti Territoriali di Caccia e Comprensori Alpini del territorio metropolitano.

LA VIGILANZA

Il Servizio Tutela Fauna e Flora si avvale del personale dell’Ufficio Vigilanza Faunistico-Ambientale. Per svolgere le attività di presidio e controllo del territorio sul rispetto delle normative relative alla protezione della fauna selvatica omeoterma e prelievo venatorio gestione della fauna acquatica. Poi degli ambienti acquatici e regolamentazione della pesca conservazione del patrimonio naturale e assetto ambientale. L’Ufficio Vigilanza faunistico-ambientale svolge anche funzioni di coordinamento delle attività delle Guardie Giurate Ittico-Venatorie Volontarie delle Associazioni piscatorie. Quindi venatorie e delle organizzazioni professionali agricole. Associazioni venatorie, piscatorie. E organizzazioni professionali agricole che attualmente hanno Guardie Venatorie Volontarie e Guardie Ittiche Volontarie coordinate dall’Ufficio Vigilanza della Funzione Specializzata Tutela Fauna e Flora.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale You Tube L’Agenda.