I Carabinieri di Susa "pizzicano" un ladro in trasferta che aveva sottratto 170 euro ad un anziano L'uomo, residente a Perugia e arrestato, aveva circuito un 75enne spacciandosi per amico del figlio

SUSA – Un giovane  pregiudicato napoletano, C:R., residente a Perugia è stato arrestato dai Carabinieri di Susa con l’accusa di triuffa e furto con destrezza ai danni di un 75enne residente in città.  Il fatto è avvenuto qualche giorno fa e l’arresto del 27enne truffatore, con alle spalle diversi precendenti analoghi, è già stato convalidato oggi dal GIP.  Il ladro avevava puntatro la sua vittima, un signore di 75 anni, e l’aveva aavvicinato in Corso Couvert mentre camminava da solo per strada: “Sono Antonio, un amico di tuo figlio” gli ha detto per avvicinarlo, e entrare in confidenza e simpati araccontando alcune banalità per far parlare l’uomo e farsi raccontare un po’ di storia personale.

A quel punto – usando un escamotage piuttosto frequente – gli ha detto che gli doveva vendere alcune cassette di frutta provenienti dal sud e ordinate dal figlio. L’uomo, impappinato e confuso, h aperò commesso l’errore di tirare fuori il portafogli.

A qul punto il ladro gli ha letteralmente strappato dalle mani le banconote, una somma di 170 euro, tutto quello che aveva in tasca, ed è fuggito. Alla sceno però ha assistito una person ache ha immediatamente chiamato il 112 e una pattuglia in servizio della Stazione dell’Arma di Susa è riuscito a individuare e fermare il pregiudicato. Sulla sua auto gli sono stati sequestrati altri 57o euro in contanti, probabilmente frutto di altri colpi analoghi andati a buon fine.

Ovviamente l’unico modo per portare a termine colpi del genere è individuare potenziali vittime e raggirarli sfruttando la buona fede dei medesimi. Per cui i militari raccomandano di evitare in casi del genere di dare confidenza a sconosciuti, ma soprattutto di favorirli tirando fuori il portafogli per strada o peggio ancora farli entrare in casa e avvisare subito il numero unico di emergenza 112.